Referendum saltato, Vimini contro Cecconi e Carloni: “Esultano per aver fatto perdere 2 milioni ai cittadini

di 

13 dicembre 2015

Daniele Vimini

Daniele Vimini

PESARO – “Paradossale e fuori luogo la gioia strillata da Cecconi e Carloni. Pur di speculare contro, fanno perdere alla città un anno in termini di risorse e benefici importanti subito disponibili. Mandando in fumo due milioni di euro previsti già da quest’anno per la spesa corrente, da destinare a servizi sociali, servizi educativi, cultura. La domanda, semmai, è la nostra: ora chi paga? Chi risarcisce i cittadini dei soldi persi?”. Lo dice il vicesindaco di Pesaro Daniele Vimini, replicando alle dichiarazioni degli esponenti M5S e Ncd sulla pronuncia del Tar in merito alla sospensiva del referendum sulla fusione Pesaro-Mombaroccio.

Nota Vimini: “Il referendum si farà nel 2016: ci riattiveremo immediatamente, perché non vogliamo che i territori perdano una grande opportunità di semplificazione, risparmio organizzativo e ottenimento di risorse prevista dalla legge”. Sottolineature: “Noi ci siamo attenuti alle procedure indicate dalla Regione. Il Tar ha dato la sospensiva, non ha detto che le procedure sono illegittime. Andremo avanti più convinti di prima, sia sulla fusione con Mombaroccio, sia con l’Unione del San Bartolo e Foglia. Processi tra l’altro incentivati dagli emendamenti dell’Anci al disegno di legge di stabilità, in favore del rafforzamento dell’istituzione comunale”.

Intanto, però, “la mancata espressione odierna della volontà popolare ha vanificato la possibilità di destinare due milioni di euro per i servizi dei cittadini. Non si comprende, dunque, la singolare esultanza di parlamentari e consiglieri regionali eletti nel territorio che dovrebbero rappresentare gli interessi della comunità. E che adesso brindano a pandoro e dichiarazioni-stampa”.

Conclude il vicesindaco: “Non ci rassegneremo mai alla politica del ‘tanto peggio, tanto meglio’ di chi, volendo rendere conto solo a se stesso del proprio operato, persegue l’opportunismo. Non saremo perfetti, ma lavoriamo ogni giorno verso obiettivi e risultati. Carloni e Cecconi sembrano piuttosto quelli che scostano la rete di un cantiere, per stare seduti tutto il giorno a criticare quelli che fanno…”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>