Fano: il vescovo apre la Porta Santa con Divane, la bimba nata su un gommone proveniente dalla Libia

di 

14 dicembre 2015

Pino Longobardi

FANO – Divane è arrivata a Roncosambaccio che aveva tre giorni. La madre l’ha partorita dopo che gli si erano rotte le acque su un gommone proveniente dalla Libia, a bordo della nave di Medici senza frontiere. La sua nascita ha fatto il giro del mondo, su tutti media, prima di arrivare a Pesaro.

Oggi il vescovo di Fano ha voluto aprire la Porta Santa in occasione del Giubileo con Divane in braccio, dicendo: “Questo è un segno importante che ci arriva dal Signore. Oggi per noi questo neonato è un simbolo e sarà la nostra icona per tutto l’Anno Santo, un input che ci deve far pensare a chi soffre, a chi non ha niente e affronta un viaggio difficilissimo per cambiare la propria vita”.

Divane sarà battezzata a Fano il 6 gennaio nella parrocchia di San Vincenzo. Sarà un festa, un segno del destino verso l’accoglienza e la tolleranza, un gesto di misericordia.

La piccola Divane col vescovo di Fano

La piccola Divane col vescovo di Fano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>