Il sovraffollamento degli avvocati non promette nulla di buono!

di 

14 dicembre 2015

Elenchi di avvocati onlineSono tanti i ragazzi che credono ancora in una professione così bella ed interessante come quella dell’avvocato, ma c’è da segnalare che di anno in anno, nonostante vi sia crisi nel settore, ad aumentare sono coloro che decidono di affrontare con grande ottimismo i test d’ingresso per facoltà presenti in tutta Italia.

Alcuni osano definirla una vera e propria lotteria, perché, nonostante i corsi di laurea siano tanti, in molti scelgono proprio giurisprudenza, come detto in precedenza, spinti da grande ottimismo, ma senza sapere come sia realmente lì fuori il mondo del lavoro e quali problematiche stia attraversando una categoria come quella che prima o poi dovranno rappresentare.

L’Italia è una nazione dove i numeri contano tantissimo, mostrano chiaramente qual è la situazione attuale, ma al contrario non forniscono alcun aiuto, basti pensare che ad oggi si registrano circa 2,5 milioni di professionisti che sono regolarmente iscritti ad un albo, ma che non possono vantare un posto di lavoro sicuro, questo perché il sistema burocratico va in qualche modo a tutelare chi già appartiene a questo mondo. C’è chi cerca di trovare nuovi clienti con l’aiuto del web affidandosi a strumenti gratuiti come alcune directory di settore che consentono di registrarsi negli Elenchi di Avvocati online per ottenere maggiore visibilità.

Inutile dire che si tratta di un sistema di valutazione del tutto ingiusto, ma non è tutto, perché a rendere lo scenario ancor più triste vi sono quelle associazioni che lottano ogni giorno per far sì che alcuni diritti siano riconosciuti; ad oggi se ne contano circa 250 e rappresentano per lo più liberi professionisti, come ad esempio i web designer, oppure informatici, consulenti e chiaramente anche avvocati.

Dati negativi dunque si concentrano soprattutto su questo tipo di attività, dove vi è una profonda crisi ed un evidente sovraffollamento, anche paragonandoci con altre nazioni europee; bisogna infatti tener conto che se ad esempio in Francia, su 100.000 abitanti vi sono 75 avvocati, in Italia addirittura il numero degli stessi supera di gran lunga i 300 e questo è un dato che dovrebbe far riflettere e che non va a promettere nulla di buono.

I numeri non si fermano nemmeno se ci riallacciamo ai tirocinanti, vale a dire a tutti quei ragazzi che hanno terminato il percorso di studi universitari e che per poter iniziare ad esercitare la professione devono assolutamente portare a termine un periodo di praticantato; dove la paga non supera le 300 € al mese e le ore di lavoro sono tante, arrivando in alcuni casi anche alle 14 giornaliere!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>