“Parliamo di salute e non di sanità”. Le buone pratiche infermieristiche a convegno in Provincia

di 

15 dicembre 2015

PESARO – Il 17 dicembre dalle 15 alle 19 presso la Sala Pierangeli della Provincia si terrà il convegno Ipasvi “Parliamo di salute e non di sanità: progetti e buone pratiche infermieristiche”.

Finalmente protagonisti gli infermieri, nella garanzia di salute per tutti i cittadini. Infermieri che svolgono un’attività a carattere preventivo, curativo, riabilitativo e palliativo, che li pongono particolarmente vicini alla persona lungo tutte le fasi della vita dei cittadini, dalla nascita alla morte. L’Infermiere è anche impegnato in prima persona in percorsi di ricerca e formazione per approfondire ed innovare il proprio patrimonio professionale“. La Presidente del Collegio IPASVI Pesaro Urbino Laura Biagiotti, ritiene fondamentale il ruolo dei professionisti sanitari, chiamati a concorrere, ad identificare interventi e prestazioni sanitarie inutili, inappropriate e dal basso valore che riducono l’efficacia dell’assistenza, aumentando il rischio clinico e determinando un enorme spreco di risorse.

Ipasvi infermieriL’assistenza infermieristica quindi non è solo “fare prelievi, distribuire pastiglie e sciroppi, applicare e togliere cerotti o fare punture“. Questa immagine convenzionale dell’infermiere si è arricchita di competenze scientifiche, relazionali e tecniche evolute, rendendolo uno dei professionisti più impegnati nella rete dei servizi alla persona e alla collettività, come prevede l’Unione Europea con il DLgs 206/2007.

Si chiede di lavorare con tutte le professioni a stretto contatto e in cooperazione: che dire, è quello che da tempo affermiamo, ribadiamo e chiediamo con forza. Ora anche la Ue non solo lo chiede, ma lo prescrive e l’Italia recepisce l’indicazione. Che sia la volta buona che “altri professionisti” si facciano una ragione della nostra professionalità, ribadisce la Presidente Laura Biagiotti e, mettendo fine a sterili, inutile e dannose (per i cittadini) polemiche, si avviino sulla strada della vera cooperazione professionale? Direi che a questo punto più che una speranza è una necessità di buon senso e di rispetto della legge. A questo proposito tutto il Consiglio del Collegio IPASVI si troverà sempre a fianco degli Infermieri per puntare ad una sanità provinciale e regionale, che valorizzi le competenze e tenga al centro del sistema salute i bisogni del cittadino e la qualità dell’assistenza.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>