“No alla chiusura dell’ITC Battisti”: l’Udc chiede l’intervento dell’assessore regionale Loretta Bravi

di 

17 dicembre 2015

ITC Battisti

L’ITC Battisti di Fano

FANO – “Basta Bugie sull’Autonomia dell’ITC Battisti, la Provincia fa scelte politiche per penalizzare fortemente la città di Fano e delle nostre vallate”. Lo scrive l’Udc, nelle persone del segretario di Fano Pierino Cecchi, del vicesegretario Carmen Maglio e del vicesegretario provinciale Davide DelVecchio.

“Come si può anche solo ipotizzare di umiliare Fano e le vallate del Metauro e del Cesano, riducendo da 4 a 3 le autonomie scolastiche di Fano, mentre Pesaro avrà 7 autonomie – si chiedono – Non per essere maliziosi ma forse dal prossimo anno arriverà l’ottava autonomia a Pesaro visto che questa manovra sta sottraendo possibili iscritti al nostro territorio. Infatti quali certezze possono avere le Famiglie e ragazzi che vorrebbero frequentare l’Istituto Tecnico Commerciale Battisti, che è sempre stato un punto di riferimento del nostro territorio, se dalla Provincia arrivano questi segnali negativi”.

“Al presidente della Provincia Tagliolini – continua l’Udc – chiediamo di essere più cauto e meno arrogante quando parla del nostro territorio, siamo cittadini e non sudditi, ascolti le parti in causa, ascolti i cittadini e poi decida cosa è meglio per il territorio senza penalizzare le nostre vallate e la città di Fano. Al sindaco Seri, che è il primo cittadino e rappresenta tutti senza distinzioni politiche, chiediamo di impegnarsi al fianco di tutti i consiglieri Regionali del territorio per scongiurare questa ingiustizia. Chiediamo con forza all’assessore regionale Loretta Bravi di bloccare questa procedura amministrativa che verrà portata all’attenzione del Consiglio Regionale e votata martedì 21 dicembre”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>