Fano-Vis, derby centenario che si rinnova: domani dalle 14.30 live dal Mancini. Le ultime

di 

19 dicembre 2015

Fano-Vis derby

Un’immagine di uno degli ultimi derby fra Fano e Vis (di spalle Antonioli e Alberto Torelli)

FANO – Ci siamo. Domani alle 14.30 andrà in scena il derby più sentito a queste latitudini. Perché Alma Juventus Fano-Vis Pesaro non è mai stata e mai sarà una gara come tutte le altre. E’ la storia calcistica di una rivalità pallonara che esula dai 12 chilometri che separano le due città. Colori contrapposti che da 100 anni esatti sportivamente si danno battaglia con un pallone su un rettangolo verde.

Domani, domenica 20 dicembre, si giocherà al Mancini, tana dell’Alma terza in classifica. I granata di Alessandrini – squalificato, al suo posto in panchina andrà Giulietti – si approcciano al derby da terzi della classe, anche se domenica scorsa sono incappati in un brusco stop. Non tanto per il ko di Matelica con sorpasso annesso che ci può anche stare, quanto perché il portiere Ginestra (uno degli ex) si è infortunato e non sarà della partita. Al suo posto giocherà l’under Marcantognini. L’Alma dovrà fare a meno anche di Gucci, appiedato per due turni un paio di domeniche fa, e non è escluso che dal primo minuto venga gettato nella mischia Alex Ambrosini, pesarese di Santa Maria dell’Arzilla a lungo corteggiato dalla Vis prima di dire sì, nell’ultimo giorno di mercato, al Fano. C’è comunque sempre Sartori, ritesserato dal Fano dopo qualche allenamento sostenuto proprio coi cugini biancorossi. In forse Lunardini, centrocampista tuttofare che nella maledetta gara di Matelica ha rimediato un problema muscolare che lo ha limitato – e non poco – in settimana. Se non ce la facesse potrebbe giocare Falsaperla. Oppure Marianeschi, un altro dei nuovi acquisti del d.s. Roberto Canestrari, arrivato in settimana dal Gubbio. Sul modulo in ballo il 3-4-1-2 oppure, schierando l’under in porta, può essere che torni alla difesa a quattro (con l’over Verruschi terzino).

Meno problemi, almeno sulla carta, per mister Simone Pazzaglia, che comunque ha il suo bel daffare dopo che la dirigenza pesarese gli ha rivoltato la squadra come un calzino (12 acquisti e 10 partenze rispetto alla rosa che ha iniziato il campionato). La classifica, anche dopo il 2-1 rigenerante di domenica sul Giulianova, piange, però le premesse per far bene ci sono tutte. Improbabile che parta dal primo minuto l’appena tesserato Enrico Bartolini, uno che nei 4 campionati disputati in maglia granata aveva lasciato il segno, l’allenatore dei pesaresi deve ancora scegliere il modulo. Potrebbe andare avanti col 4-3-3 delle ultime due domeniche, con Falomi punta centrale, Iovannisci o Candelori a destra e Costantino o Ridolfi a sinistra, oppure passare a un più equilibrato 4-4-2. Qualche problemino in settimana per Procacci (che si gioca il ruolo di terzino sinistro con Fabbri) e Tombari, comunque entrambi convocati.

Fano-Vis sarà arbitrata da Daniele De Santis di Lecce, assistenti Fabio Pappagallo di Molfetta e Antonio Pedarra di Foggia. Diretta testuale, a partire dalle 14.30, su pu24.it. Che sia un bello spettacolo… e soprattutto che il tutto rimanga nei canoni della sana competizione sportiva.

BIGLIETTI

Previsto il pubblico delle grandi occasioni, con più di 1.000 biglietti staccati a Fano fino a ieri sera, e oltre 260 a Pesaro (dato di stamattina). Si ricorda che i botteghini del settore ospiti del Mancini rimarranno chiusi nella giornata di domani. Quindi i vissini che vorranno accaparrarsi uno dei 400 tagliandi messi a disposizione dalla società granata dovrà farlo entro oggi. L’Alma Juventus Fano ha indetto la Giornata granata, nel senso che gli abbonamenti non saranno validi.

I PRECEDENTI

Quello odierno sarà il 95esimo derby fra Fano e Vis, coi 94 precedenti che sorridono ai granata con 35 vittorie contro le 23 dei rossiniani (36 i pareggi). Prendendo solamente le sfide di campionato, le due squadre si sono affrontate 68 volte, col Fano avanti 23 a 18 (27 i pareggi). In perfetta parità i gol fatti – 78 a 78 – la Vis non passa al Mancini addirittura dall’aprile 1988 (1-0 firmato Perrotti). La stagione scorsa en plein Alma, col 5-1 di coppa Italia a Pesaro seguito dall’1-0 di Pesaro dell’andata (Gucci) e dal 3-2 del ritorno a Fano (decisivo l’eurogol nel finale di Sivilla che di fatto spinse i rivali alla retrocessione sul campo azzerata dal ripescaggio estivo). Il primo derby della storia di cui si abbia menzione è datato addirittura 1915, un secolo fa.

LE PROBABILI FORMAZIONI

FANO (3-4-1-2)
Marcantognini; Torta, Nodari, Salvato; Marconi, Favo, Falsaperla (Lunardini), Borrelli; Marianeschi; Ambrosini (Sartori), Sivilla. All. Giulietti (Alessandrini squalificato)

VIS PESARO (4-3-3)
Venturi; Rossoni, Labriola, Tombari, Procacci (Fabbri); Giorno, Brighi, Ruci; Iovannisci (Candelori), Falomi, Costantino (Ridolfi). All. Pazzaglia

ARBITRO
Daniele De Santis di Lecce

IL 17ESIMO TURNO DI SERIE D GIRONE F

Domenica 20 dicembre ore 14.30
O. Agnonese – Matelica
Amiternina – Fermana
Fano – Vis Pesaro
Folgore V. – Castelfidardo
Giulianova – Monticelli
Isernia – Campobasso
Jesina – Chieti
Recanatese – Avezzano
Sambenedettese – San Nicolò

LA CLASSIFICA DOPO 16 GIORNATE

Sambenedettese 38
Matelica 30
Fano 28
San Nicolò 24
Monticelli 23
Avezzano 23
Campobasso 22
Folgore V. 22
Isernia 22
Chieti 22
Jesina 21
Recanatese 20
Castelfidardo 19
Fermana 17
O. Agnonese 17
Vis Pesaro 15
Amiternina 13
Giulianova 12

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>