Sanità, Baldelli (FdI) sulla Conferenza dei sindaci: “Illegittimo è il comportamento del Pd”

di 

19 dicembre 2015

Antonio Baldelli

Antonio Baldelli

PESARO – Il segretario provinciale di Fratelli d’Italia Antonio Baldelli commenta il comunicato stampa dei sindaci PD che hanno definito “illegittima” la votazione della Conferenza dei sindaci d’area vasta di giovedì scorso e non ha peli sulla lingua: “I sindaci presenti alla Conferenza, oltre ad averne eletto il presidente, hanno bocciato all’unanimità il piano sanitario regionale che chiude i nostri ospedali e detto no all’ipotesi di ospedale unico che non risponde alle esigenze del territorio. Non vedo dunque quale sia l’illegittimità se alcuni primi cittadini hanno fatto il loro dovere, ossia hanno tutelato gli interessi delle loro comunità”.

“Illegittimo e intollerabile – denuncia Baldelli – è invece il comportamento dei sindaci PD che, ubbidendo agli ordini di partito, hanno boicottato una conferenza alla quale avevano il dovere istituzionale di partecipare! Peraltro, i sindaci PD che hanno firmato il comunicato stampa che definisce illegittimo il voto della Conferenza di Area vasta sono appena 9 (Pesaro, Fano, San Costanzo, Urbania, Frontone, Vallefoglia, Lunano, Macerata Feltria e Fossombrone). I sindaci presenti alla Conferenza sono stati invece ben 24. È chiaro dunque che il PD sia ormai alla frutta, tanto da non riuscire più nemmeno a trovare chi firma i suoi vergognosi comunicati stampa”.

Il segretario di Fratelli d’Italia spiega: “I sindaci PD avrebbero potuto partecipare alla Conferenza e votare il piano sanitario voluto dal loro partito, ma non lo hanno fatto! Sanno infatti che, se avessero votato il Piano, avrebbero scatenato la rivolta dei cittadini. Dunque, stanno cercando di approvare il Piano in modo subdolo, senza esporsi con il voto. Vogliono infatti bloccare il funzionamento della Conferenza perché scada il termine del 31 dicembre, data entro la quale la Conferenza deve esprimere il parere sulla riorganizzazione sanitaria. E una volta scaduto il termine, Ceriscioli e compagni avranno carta bianca per completare lo smantellamento dei nostri ospedali. In tal modo, dopo la chiusura di Cagli, Fossombrone, Sassocorvaro, le prossime vittime di questo scellerato Piano sanitario, tutta a targa PD, saranno Fano, Urbino e Pergola”.

Conclude Baldelli: “Cari compagni, anche se state cercando di sfuggire alle vostre responsabilità, la chiusura dei nostri ospedali avrà comunque la vostra firma! Sappiate, però, che la gente è stanca delle vostre bugie e dei vostri giochi di potere. State distruggendo la sanità pubblica, lasciando posto a quella privata, dove sono tanti, troppi gli appetiti e interessi economici”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>