Crac di un’impresa edile, sequestrati beni per 60 milioni di euro

di 

22 dicembre 2015

PESARO – Sessanta milioni di euro. A tanto ammontano i beni sequestrati dal nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Rimini, che sta notificando sequestri preventivi anche nelle province di Pesaro e Urbino e Ravenna. Per uno dei costruttori edili indagati nel fallimento di una ditta edile è stato disposto l’obbligo di firma.

L’indagine – scrive il Corriere Adriatico sul proprio sito internet – è partita in seguito al fallimento, nel 2013, della ditta che avrebbe realizzato alcune opere di grosso interesse nella provincia pesarese.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>