La Consultinvest si gode i tre moschettieri Daye-Christon-Lacey. Le pagelle del magico Natale dell’Adriatic Arena

di 

23 dicembre 2015

PESARO – Le pagelle della Consultinvest dopo la strepitosa vittoria 69-66 su Milano

BASILE: 4 minuti sul parquet, nei quali trova il tempo di perdere il solito pallone in palleggio, ma il livello era troppo alto per il capitano, 5

SHEPHERD: Fa tutto quello che deve fare nei limiti delle sue possibilità, prende uno sfondamento, segna su rimbalzo offensivo e difende al meglio, non sarà un fenomeno, ma darà una bella mano nel prosieguo del campionato, 6,5

GAZZOTTI: Discorso simile a quello di Basile, quando si alza l’asticella, il buon Giulio mostra i suoi limiti, ma ci saranno altre occasioni per poter offrire il suo contributo, 5

LACEY: Decisivo nel finale, dove non sbaglia niente e sigla tutti i punti decisivi per la vittoria, chiude con 21 punti, 6 rimbalzi e una personalità che lo potrebbe portare nel gotha del basket europeo, MVP 8.5

CHRISTON: E’ sempre mentalmente calato dentro il match, e dopo le tre ultime opache prestazioni non era così scontato, ma Semaj stasera ci è piaciuto, al di là di qualche forzatura, guidando la squadra con autorità, senza trascurare di mantenersi in linea stagionale (15) nei punti realizzati, 7,5

Austin Daye

Austin Daye

DAYE: Ancora una doppia doppia, (19 punti e 10 rimbalzi), ancora una prestazione da leader assoluto per Austin, che ha preso veramente sul serio il suo ruolo e continua a dispensare pallacanestro a piene mani, la difesa milanese si fa sentire, ma lui non si scompone e anche se tira malino (5 su 16), si rifà con sette liberi segnati su altrettanti tentativi, serio candidato al titolo di Mvp stagionale della serie A, dopo sole quattro partite, scusate se è poco, 8

CANDUSSI: Si sbatte come un leone sotto i tabelloni, anche se il compito era proibitivo per il buon Francesco, ma Candu ha grinta da vendere e non si scompone, bene così, 7

WALKER: Gli servono un paio di assist che riesce a trasformare in 4 punti, per poi naufragare nella solita mediocrità, 5,5

CERON: Sparacchia da tre punti e ogni tanto va sopra le linee, ma c’è anche lui sul parquet nel quintetto che ha vinto la partita e porta a casa la piena sufficienza, 6

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>