Nel 2015 meno furti ma più rapine, truffe e frodi informatiche: i dati della polizia

di 

30 dicembre 2015

Polizia PesaroPESARO – La polizia di Stato, anche per il 2015, ha speso un considerevole impegno nel garantire livelli sempre elevati di sicurezza nel territorio della provincia di Pesaro e Urbino. In tale ottica grande attenzione è stata posta nell’organizzazione dei servizi di controllo del territorio, anche con il ricorso a rinforzi del reparto Prevenzione Crimine, nonché di quelli investigativi per la repressione dei reati, condotti della squadra mobile e dei commissariati di polizia di Stato distaccati.

Notevoli risorse sono inoltre state impiegate per l’attività di prevenzione, monitoraggio e mediazione dei fenomeni sociali esperita della DIGOS e dalle Squadre Informative dei Commissariati, sue propaggini, che ha consentito il tranquillo svolgimento di numerosi importanti eventi politici e sportivi.

Anche altri settori, come la polizia anticrimine, la polizia amministrativa e sociale e l’immigrazione hanno fornito un importantissimo contributo, assicurando l’attività di analisi dei fenomeni criminali, nonché fornendo supporto e svolgendo attività di indagine di iniziativa e su delega dell’autorità giudiziaria in delicati campi come quello dei minori o della violenza ai danni delle donne, rilasciando autorizzazioni per le attività regolamentate dalla legge e garantendo la mobilità dei cittadini con il rilascio dei passaporti, nonché gestendo migliaia di pratiche relative alla concessione o rinnovo dei permessi di soggiorno ai cittadini stranieri, nonché centinaia di situazioni connesse ai cosiddetti “richiedenti asilo”, che hanno trovato assistenza in questa provincia.

In tale contesto la questura di Pesaro e Urbino, tramite dell’Ufficio di Gabinetto, ha emesso oltre 1.700 ordinanze, con le quali ha predisposto servizi di vigilanza e di ordine pubblico in occasione di importanti eventi, impiegando il personale della Polizia di Stato e delle altre Forze dell’Ordine.

Si riportano i dati relativi ai reati a maggior “allarme sociale”, denunciati alla polizia di Stato nella Provincia:

Tipologia di reati

Anno 2014

Anno 2015

Tentati omicidi

5

0

Omicidi

1

0

Lesioni dolose

74

52

Violenze sessuali (di cui nr.1 in danno di minore)

5

5 (denunciati 3 autori, arrestato 1)

Furti

1.870

1.589 (denunciati 76 autori, arrestati 18)

di cui in abitazione

510

409

di cui in esercizi commerciali

185

118

Rapine

20

23 (denunciati 5 autori, arrestati 7)

di cui in abitazione

3

3

Estorsioni

3

4 (denunciati 2 autori)

Sequestri di persona

1

2 (arrestati 2 autori)

Truffe e frodi informatiche

52

76 (denunciati 13 autori)

Danneggiamenti

209

159 (denunciati 11 autori, arrestati 2)

Stupefacenti

57

51 (denunciati 15 autori, arrestati 35)

Nell’anno in corso sono stati denunciati presso gli Uffici della Polizia di Stato 2.405 reati (in calo di 1/5 rispetto al 2014) e sono stati individuati 442 autori, dei quali 96 sono stati arrestati e 346 denunciati in stato di libertà.

Attività della DIGOS:

Nel 2015 la DIGOS ha effettuato oltre 200 servizi di vigilanza in occasione di importanti eventi politici, culturali e sportivi, come le contromanifestazioni di piazza contro la presenza di comizi della Lega Nord, la visita a Pesaro del presidente del Consiglio e del presidente della repubblica Slovacca della decorsa estate, il Rossini Opera Festival od alcuni delicati derby sia per quanto riguarda il basket che il campionato di calcio, sempre garantendo sia la tutela delle Personalità che di tutti i partecipanti. Ha inoltre ha esperito puntuali indagini, denunciando in stato di libertà 39 persone, nella maggior parte dei casi per il loro coinvolgimento in scontri in occasioni di competizioni sportive, consentendo così l’avvio dei procedimenti per l’erogazione dei DASPO, o per reati commessi in occasioni di manifestazioni di protesta.

Anche grazie all’attività di monitoraggio e mediazione svolta dalla DIGOS, le tensioni e le proteste dovute anche al disagio sociale per il persistere della crisi economica, non sono sfociate, in scontri o in incidenti di rilievo.

Attività della Squadra Mobile:

  • Persone denunciate: 30;

  • Persone arrestate: 56;

  • Stupefacenti sequestrati: cocaina 1,5 kg.; eroina 279 gr.; cannabis indica 342 gr.; hascisc 1.459;

  • Oggetti di valore recuperati: 200;

Alcune delle principali operazioni di Polizia Giudiziaria condotte dalla Squadra Mobile:

  • gennaio/marzo 2015: a seguito di indagini per il contrasto al traffico di stupefacenti, nel periodo in questione venivano tratti in arresto due cittadini italiani ed un cittadino albanese e sequestrati circa 300 gr. di cocaina;

  • marzo 2015: veniva identificato e denunciato all’A.G. un cittadino italiano, responsabile del reato di circonvenzione di incapace il quale, con la scusa di riscuotere somme per abbonamenti a false riviste della Polizia di Stato, si faceva consegnare da un inabile la somma di euro14mila;

  • giugno 2015: al termine di un’articolata operazione, venivano sottoposti a fermo di indiziato di reato 4 cittadini italiani, mentre un quinto veniva denunciato in stato di libertà, tutti pluripregiudicati, trovati in possesso di numerosi oggetti provento di furti in abitazioni;

  • novembre 2015: a seguito di mirate indagini veniva denunciato in stato di libertà un cittadino italiano, responsabile del furto di pipe da tabacco “Mastro de Paja”, per un valore di circa 30mila euro. La refurtiva, recuperata a San Marino, veniva restituita al legittimo proprietario;

  • novembre 2015: veniva tratto in arresto un cittadino italiano che, fingendosi Funzionario di Polizia, tentava di perpetrare una truffa, cercando di farsi consegnare somme di denaro con la scusa di una falsa beneficenza in favore di una bambina gravemente ammalata;

  • (recupero sementi).

Attività dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico:

  • Posti di controllo effettuati: 1.256;

  • Persone identificate: 14.251;

  • Autovetture controllate: 7053;

  • Controlli a persone agli arresti domiciliari: 2.835;

  • Pattuglie effettuate: 2090;

  • Pattuglie poliziotto di quartiere: 118;

  • Persone arrestate/fermate: 26;

  • Persone indagate in stato di libertà: 132;

  • Denunce/querele ricevute: 1.445.

Allo scopo di migliorare il contrasto al fenomeno dei reati contro il patrimonio e soprattutto dei furti in abitazione, sono stati disposti mirati servizi di controllo anche con l’impiego di personale di rinforzo dei Reparti Prevenzione Crimine, che ha affiancato quello delle Volanti. L’accurata gestione delle risorse, anche attraverso il reimpiego di personale già addetto ai servizi burocratici, ha consentito di assicurare, con cadenza quasi giornaliera, un secondo equipaggio della Volante per il controllo del territorio a Pesaro.

In tale contesto la Divisione Polizia Anticrimine della Questura, ha fornito un importantissimo contributo, in termini di analisi dei fenomeni e di emissione di provvedimenti in alcuni specifici settori di competenza:

Tipologia

Anno 2014

Anno 2015

Accertamenti antimafia

207

274

Avvisi orali

11

16

Fogli di via obbligatori e divieti di ritorno

102

48

Richieste di ammonimento

15

24

Ammonimenti

9

10

di cui: per atti persecutori (stalking)

5

6

per violenza domestica

4

4

D.A.S.P.O.

21

4

Proposte di sorveglianza speciale

2

2

Controlli a persone sottoposte a misure di prevenzione e di sicurezza

76

93

Controlli a persone sottoposte a misure alternative
alla detenzione

2.678

2.423

Nel periodo di riferimento, gli operatori specializzati dell’Ufficio Minori della Divisine Anticrimine, hanno esperito attività connesse al collocamento di minori in difficoltà in strutture di accoglienza ed educative in 49 casi. Funzionari dello stesso Ufficio, nell’ambito dei progetti finalizzati all’educazione alla legalità, hanno partecipato a 9 incontri con le scolaresche della Provincia, con il coinvolgimento di oltre 300 ragazzi.

Il Gabinetto Provinciale della Polizia Scientifica ha effettuato 190 sopralluoghi a seguito della consumazione di reati ed ha proceduto al fotosegnalamento di 830 persone per attività di polizia giudiziaria ed a 420 persone in relazione all’applicazione della normativa in materia di immigrazione. Numerosissimi anche i servizi di documentazione con riprese fotografiche e filmati, effettuati in occasione di manifestazioni politiche e di protesta o di eventi sportivi.

Attività della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale:

La Divisione ha emesso 7.614 passaporti (rigettando 29 istanze per l’ottenimento del passaporto) e rilasciato 784 dichiarazioni di accompagnamento di minori, riducendo al minimo i tempi di attesa anche nei periodi caratterizzati da un numero maggiore di partenze, come in occasione delle vacanze estive o natalizie. La Divisione ha inoltre rilasciato o rinnovato 1.522 autorizzazione al porto di fucile per uso caccia o tiro al volo, rigettando 41 istanze ed ha emesso 869 autorizzazioni all’importazione o all’esportazione di armi. L’attività di controllo esperita nei confronti di pubblici esercizi ha portato all’emissione di 1 provvedimento di sospensione dell’attività ex art. 100 TULPS ed al rigetto/sospensione di una decina di licenze in altri settori. In particolare a seguito di una mirata attività di controllo, esperita nell’ambito della Commissione Tecnica Sostanze Esplosive e Infiammabili nei confronti di una ditta con sede in questa Provincia, il predetto Ufficio ha proceduto al sequestro di 420 Kg. di artifici pirotecnici e deferito il titolare all’A.G. per i reati di fabbricazione e commercio abusivo di sostanze esplodenti ed omessa registrazione delle relative operazioni sull’apposito registro di P.S.. Inoltre è stata chiesta ed ottenuta dal Prefetto la sospensione dell’autorizzazione alla vendita dei predetti artifici per mesi sei, per problemi connessi alla pericolosità con cui venivano conservati.

Notevole anche l’impegno profuso dall’Ufficio Immigrazione, parte integrante della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale, che nel corso del 2015, a fronte di circa 24mila persone non italiane regolarmente soggiornanti nella Provincia, ha emesso circa 19mila permessi di soggiorno, nella maggior parte per motivi di lavoro e familiari, nonché a seguito di richieste di asilo e di studio e ha adottato 157 provvedimenti di espulsione (dei quali 30 con accompagnamento alla frontiera).

I Commissariati di P.S. di Fano e Urbino, nel corso del 2015 hanno fornito un importante contributo al sistema sicurezza ed in particolare:

Commissariato di P.S. di Fano:

il personale del Commissariato, nel periodo di riferimento, ha effettuato numerosissimi servizi di vigilanza in occasione di eventi politici e sportivi, garantendo il loro regolare svolgimento. Una particolare attenzione è stata posta nell’organizzazione di controlli nei confronti dei luoghi di ritrovo giovanile, come il lungomare, anche con il concorso del Reparto Prevenzione Crimine, finalizzati alla prevenzione delle risse, degli schiamazzi e del traffico di stupefacenti, nonché alla prevenzione e repressione dei furti, delle truffe agli anziani e dei reati contro il patrimonio in genere. Detta attività ha consentito di trarre in arresto 30 persone coinvolte in attività criminose e di denunciarne in stato di libertà 103 (di cui 25 stranieri).

 

Tipologia dell’attività svolta

Anno 2015

Persone controllate

7.956

Veicoli controllati

3.948

Controlli a persone sottoposte ad arresti domiciliari

1.500

Posti di controllo

677

Richieste di intervento

2073

Denunce ricevute

490

 

Si riportano alcune delle operazioni di maggior rilievo condotte dal Commissariato:

  • gennaio 2015: una mirata attività consentiva di individuare e trarre in arresto un cittadino straniero responsabile di furti di carburante ai danni di ditte del posto;

  • aprile 2015: a seguito di articolate indagini, venivano denunciati all’A.G. e successivamente tratti in arresto su disposizione di quest’ultima 3 cittadini italiani, costituenti un sodalizio criminale specializzato in furti ai danni di corrieri;

  • aprile/maggio 2015: a conclusione di mirate investigazioni, venivano tratti in arresto in due distinte occasioni, due cittadini nigeriani sorpresi nella flagranza del reato di spaccio di eroina e recuperati 220 grammi della predetta sostanza, nonché arresto un cittadino tunisino, sempre per spaccio, trovato in possesso di gr. 163 di eroina e di 8mila euro provento di tale attività criminale;

  • maggio 2015: nel corso di servizi finalizzati al contrasto dei reati contro il patrimonio, venivano tratti in arresto due cittadini italiani sorpresi all’interno di un esercizio pubblico nella flagranza di furto su slot machines;

  • agosto 2015: a conclusione di un’articolata operazione di P.G., veniva sottoposto a fermo, poi tramutato dall’A.G. in custodia cautelare, un cittadino italiano responsabile di 10 rapine in danno di farmacie nelle regioni Marche ed Emilia Romagna;

  • settembre 2015: sulla base degli elementi acquisiti dagli operatori della Polizia di Stato, in collaborazione con i militari dell’Arma Carabinieri, l’Autorità giudiziaria emetteva un’ordinanza di custodia cautelare, cui veniva data esecuzione, nei confronti di un cittadino italiano responsabile di 7 rapine.

Commissariato di P.S. di Urbino:

Durante il 2015 il personale del Commissariato ha tratto in arresto 23 autori di reati, di cui 5 in materia di stupefacenti e ne ha denunciati in stato di libertà 53, di cui 13 per furto.

 

Tipologia dell’attività svolta

Anno 2015

Persone controllate

1.380

Veicoli controllati

900

Controlli a persone sottoposte ad arresti domiciliari

5

Posti di controllo

360

Richieste di intervento

847

Denunce ricevute

160

 

Sono stati effettuati circa 40 servizi di vigilanza per la tutela dell’ordine in occasione delle cc.dd. “notti del Giovedì”, che in passato sono state teatro di risse, danneggiamenti, schiamazzi, consumo smodato di alcol e di stupefacenti. Detta attività ha permesso una migliore gestione e contenimento del fenomeno.

Si riportano alcune delle operazioni di maggior rilievo condotte dal Commissariato:

  • gennaio 2015: a conclusione di un’articolata attività investigativa per il contrasto al traffico di stupefacenti, veniva tratta in arresto un cittadino italiano, trovato in possesso di gr.73 di cocaina destinati allo spaccio;

  • febbraio 2015: a seguito di mirate indagini, veniva denunciato in stato di libertà un cittadino marocchino resosi responsabile di violenza sessuale nei confronti di una connazionale;

  • marzo 2015: l’attività di contrasto ai delitti contro il patrimonio, portava alla denuncia in stato di libertà di due cittadini italiani e di un cittadino albanese, costituenti un agguerrito sodalizio specializzato nei furti in abitazione;

  • giugno 2015: al termine di un’operazione finalizzata al contrasto del traffico di stupefacenti, venivano tratti in arresto due cittadini marocchini e sequestrati gr. 1.000 di hascisc suddivisi in tavolette e pronti per lo spaccio;

  • settembre 2015, nel corso di due distinte operazioni per la prevenzione/repressione dei reati contro il patrimonio veniva disarticolato un sodalizio costituito da tre cittadini italiani, specializzati in furti su autoveicoli. Gli stessi, nella circostanza, venivano tratti in arresto, nonché recuperato un quadro con soggetto religioso, trafugato da una chiesa dell’entroterra, oggetto di particolare culto da parte della popolazione residente;

  • ottobre 2015: una complessa ed articolata attività d’indagine portava alla denuncia in stato di libertà di cinque cittadini italiani, autori del furto di circa 2mila quintali di sementi pregiate ai danni di una ditta dell’urbinate ed al recupero della refurtiva.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>