Capodanno senza botti: fuochi d’artificio vietati a Pesaro (in centro), Fano e Urbino

di 

31 dicembre 2015

PESARO – Petardi e fuochi d’artificio off limits a Pesaro (in alcune zone), Fano e Urbino. Ecco nel dettaglio quello che hanno deciso i sindaci:

PESARO
Petardi e fuochi d’artificio vietati in piazza del Popolo e vie limitrofe. Anche quest’anno l’Amministrazione comunale ha emesso un’ordinanza (n. 1854 del 15/12/2015) che vieta l’utilizzo di petardi, botti e artifici pirotecnici di qualsiasi genere dal  31 dicembre 2015 al 10 gennaio 2016. I trasgressori saranno puniti con una sanzione amministrativa di 150 euro.

FANO
Il sindaco Massimo Seri ha firmato l’ordinanza che impone a chiunque il divieto di far esplodere fuochi d’artificio, petardi, spari, “botti” di qualsiasi tipo e denominazione in tutto il territorio comunale di Fano dal 30 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016. Il provvedimento ha l’obiettivo di garantire la sicurezza e di prevenire pericoli e danni per persone e cose e, nello stesso tempo, di tutelare il benessere degli animali. I trasgressori potranno incorrere, salve le più gravi fattispecie penali od amministrative connesse o concorrenti anche con riferimento a quanto previsto dall’art.650 e 703 del codice penale, nelle sanzioni di cui all’art.7bis del D.Lgs.n.267/2000. Attraverso l’ordinanza il Sindaco ha inoltre disposto che il Corpo della Polizia Municipale di Fano e le Guardie Zoofile verifichino il rispetto dell’ordinanza.  L’ordinanza è stata emanata in data 4 dicembre 2015 per rendere pienamente efficace un intervento utile e di buonsenso.

URBINO
Artifici pirotecnici vietati nel capoluogo del Comune di Urbino nella notte di capodanno. Il sindaco Maurizio Gambini ha emesso un’ordinanza di divieto di utilizzo di petardi, botti ed artifici pirotecnici di ogni genere dalle 18 di domani (31 dicembre 2015) alle 24 del 6 gennaio 2015. Il divieto si estende in tutti i luoghi pubblici e nei luoghi aperti al pubblico che si trovano nel perimetro del capoluogo comunale, ossia all’interno del centro storico e in tutti i quartieri limitrofi. L’obiettivo è garantire la massima sicurezza pubblica e l’incolumità delle persone, tutelare il patrimonio storico artistico del centro storico e lo svolgimento sereno dei festeggiamenti di fine anno. In via eccezionale dalle 23.30 del 31 dicembre all’1 del primo gennaio verrà sospeso il divieto di consumo, detenzione e trasporto di bevande alcoliche (come previsto dall’art. 34 bis del Regolamento di Polizia Urbana). Anche questo provvedimento è stato considerato opportuno per salutare l’arrivo del nuovo anno con il consueto brindisi durante le iniziative in programma.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>