Crescita, export e eventi che si rafforzano: gli argomenti di una Cna Pesaro-Urbino che guarda con fiducia al 2016

di 

4 gennaio 2016

PESARO – “Un 2015 con segnali positivi che danno fiducia a noi e ai 5.500 soci di CNA Pesaro e Urbino per affrontare il 2016, anche se c’è un gap sostanzioso da colmare degli anni precedenti.” Commento di Andrea Balirari presidente di CNA questa mattina ai cantieri navali Rossini. Luogo scelto non a caso. Un luogo simbolo della città che, dopo anni di fermo riparte con nuovi progetti. E a spiegarlo il direttore Alfonso Postorini:”Nel 2016 ultimeremo la bonifica e poi procederemo con la ristrutturazione del cantiere perché servirà un layout diverso, visto che si svolgerà un’attività leggermente diversa rispetto quella degli anni precedenti.”
I risultati soddisfacenti sono confermati anche dall’osservatorio TrendMarche, secondo il quale le piccole imprese, quelle con meno di 20 addetti, nel primo semestre sono cresciute del 23% rispetto l’anno precedente.
Cna 4 gennaioLa nostra provincia è una di quelle che ha più sentito la crisi perché la sua economia si basava sulla manifattura, specie sul settore del mobile – spiega Balirari – settore particolarmente colpito dalla crisi. Grazie all’ottimismo, all’export e al ritrovato dinamismo si sono, e si stanno ottenendo buoni risultati“. Export incentivato dall’Associazione, specie dalla sede pesarese, con i suoi eventi come il salone del mobile in Bielorussia e Moda Italia a Minsk che trainano due eccellenze italiane e provinciali verso nuovi mercati, e la possibilità nel 2016 di incontrare Arabia Saudita, Serbia e Albania.
A marzo ci sarà la quinta edizione di Moda Italia a Minsk, poi il Salone del Mobile che sono eventi che fanno conoscere i nostri prodotti all’estero e ci stiamo trovando a dover fare una cernita, tanti sono gli imprenditori -ha commentato il direttore Moreno Bordoni che continua– a loro che ci hanno creduto e a tutti i media, dai locali ai nazionali e stranieri che ci seguono sempre con affetto.”

CNA Idee in Moda, l’evento che quest’anno spegnerà 10 candeline, è ormai un punto di riferimento per a livello nazionale per il sistema fashion. “L’edizione numero 10 è pronta e anche qui, ogni anno, oltre a fare il tutto esaurito in piazza del Popolo abbiamo tante testate e tv, generaliste e specializzate, che ci seguono. Anche questo è un’evento nato dalla nostra CNA ottimizzando le risorse e aiutando le nostre aziende.”

Fidimpresemarche, la costola di CNA Pesaro e Urbino, che garantisce finanziamenti agli imprenditori e artigiani marchigiani ha garantito aiuti a 1000 imprese associate, che come illustrato in conferenza stampa, forse avrebbero avuto difficoltà ad affrontare l’anno.
Il 2015 ha visto una ripresa del fatturato del 23%; queste le categorie trainanti: costruzioni (+35,2%), manifatture (+29,9%), meccanica (+34,4%) e mobile (+31,4%).

Un messaggio e un consiglio per i soci di CNA? “Aver fiducia e saper cogliere al volo la ripresa alla quale stiamo assistendo. Ricordarsi che il mondo è grande e non aver paura di affacciarsi verso nuovi mercati, perché la nostra è una provincia che lavora e si impegna e merita il successo.

Un consiglio da Alberto Barilari arriva anche dopo la vicenda degli istituti di credito protagonisti del decreto salva banche, in particolarmodo Banca Marche:”Non si può delegare in toto, ma bisogna informarsi e crearsi una cultura finanziaria sia per i cittadini che gli imprenditori che in alcuni casi lavorano conto terzi e, alche in questo caso, è bene sapere e controllare in prima persona.”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>