PesaroFano, la meglio gioventù non basta: vince Milano (2-1). Le FOTO di Baioni

di 

9 gennaio 2016

PESARO – La linea verde dell’Italservice PesaroFano mette paura al Milano, ma viene sconfitta 2 a 1. Così come accaduto nell’ultima partita prima delle festività natalizie col Came Dosson, alla ripresa del campionato (prima giornata di ritorno del girone A di serie A2), i ragazzi di Roberto Osimani disputano un match molto generoso, che però non basta per portare a casa almeno un punto.

Partita affrontata in piena emergenza. Privi di Jelavic (squalificato), Dudù (infortunato al ginocchio) e dell’ultimo arrivato, il brasiliano Clayton Pedaleira (in attesa di transfert per poter scendere in campo), di fronte ad un bel pubblico accorso al PalaFiera come ormai buona abitudine, i biancorossogranata scendono in campo con due “big” (Moretti in porta e Tonidandel)– e ben tre under 21 titolari (Bonci, Napoletano e Rossi). Quintetto molto giovane che al cospetto della viceleader meneghina dovrebbe pagar nettamente dazio. Invece i talenti di casa sfoggiano un’altra prestazione superba e per poco non ci scappa il colpaccio (sarebbe bastato anche un pareggio per esultare alla grande). Esattamente come col Came a Dicembre, difesa arcigna e ripartenze fulminanti. Questa l’inevitabile tattica del PesaroFano.

L’avvio è shock: dopo appena 90 secondi di gioco Peruzzi sblocca il punteggio, portando avanati 1 a 0 gli ospiti. La reazione del PesaroFano però c’è e non si fa attendere troppo. L’1 a 1 meritato arriva al minuto numero 5′, con il golden boy Maurizio Napoletano (classe 1996) che insacca l’1 a 1. Seguiranno oltre 20 minuti di grande battaglia ed equilibrio. Il gol partita degli ospiti arriva al 7′ della ripresa, firmato da Menini. L’Italservice prova a replicare nel finale, ma la difesa lombarda regge e al suono della sirena il punteggio sul tabellone resta di 1 a 2.

Applausi comunque da parte dei circa 400 spettatori del PalaFiera. I ragazzi griffati Italservice si sono fatti molto apprezzare. Certo è che bisogna tornare al più presto a fare i punti, altrimenti la classifica – molto corta – non sorriderà più come ancora riesce a fare (PesaroFano ancora al quarto posto).

LE FOTO DI FILIPPO BAIONI

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>