Vallefoglia, Lucarini attacca Ucchielli: “Ci imbarazza davanti alla provincia intera”

di 

10 gennaio 2016

Da Luca Lucarini, consigliere comunale di “Insieme per Vallefoglia”, riceviamo e pubblichiamo la seguente nota:

Luca Lucarini

Luca Lucarini

VALLEFOGLIA – Mentre la quasi totalità dei sindaci della provincia è riunita ad Urbino, in conferenza di area vasta, per discutere sul tanto avversato Piano socio sanitario della Regione Marche, che smantella pezzo per pezzo il sistema di assistenza primaria territoriale, Ucchielli ha preferito starsene altrove!

Dopo che per mesi, anzi anni, il territorio si è mobilitato (iniziando da pochi e coraggiosi politici per finire a nutriti e battaglieri comitati civici) per chiedere a gran voce che il sistema sanitario provinciale non perdesse efficacia ed efficienza, per difendere con le unghie e con i denti il diritto costituzionale alla salute di ogni individuo, per scongiurare la chiusura o il depotenziamento delle strutture ospedaliere (soprattutto nelle aree interne e disagiate), ieri (sabato) 55 sindaci hanno sottoscritto un documento unitario per chiedere a Ceriscioli il ritiro del Piano sanitario e relative determine di attuazione.

C’erano anche i rappresentati del Pd (compresi Pesaro e Fano) che, per il momento, non hanno potuto fare a meno di constatare l’enorme avversità popolare che suscita questa riforma e si sono smarcati (sempre per il momento) dalle logiche di partito.

Lui no! Ucchielli proprio non ce l’ha fatta!

Al “grande stratega” non interessano i bisogni e le necessità del territorio, lui conduce una battaglia tutta sua all’interno del Pd per uscire dall’angolo in cui è stato confinato.

Ogni voto ha un peso, ogni presenza ha un significato. Quindi perché partecipare a queste affollate assemblee dei Sindaci che discutono dei problemi e delle esigenze (e che esigenze!) dei cittadini, quando tutto è risolvibile a quattr’occhi, chiusi nelle segrete stanze.

Perché mai delegare (qualora impossibilitato a presenziare personalmente) il competente assessore comunale i servizi sanitari che, tra l’altro, percepisce un’indennità mensile anche per fare queste cose?

Ucchielli, non solo non ha partecipato a questa ultima e importantissima conferenza dei Sindaci, ma ha disertato anche le precedenti, preferendo firmare letterine di protesta contro l’elezione di Gambini perché non c’era l’accordo… Già, l’accordo.

Per Ucchielli, tutto deve essere sempre frutto di un compromesso, di una strategia…. anche se si parla di salute dei cittadini!

Vallefoglia oggi è su tutti i quotidiani locali non per il roboante titolo di “città”, non perché si è inaugurato l’ennesimo marciapiedi o la ventesima rotatoria o l’ultimo centro commerciale; oggi siamo agli onori della cronaca perché il nostro sindaco è stato l’unico a non aver avuto il coraggio di schierarsi al fianco dei suoi cittadini nel chiedere alla Regione (amministrata dal suo partito) di fermarsi e rivedere la programmazione dei servizi sanitari su questo territorio, affinché il diritto alla salute sia tutelato e garantito e non smantellato.

Scusateci, cittadini della provincia di Pesaro e Urbino, se abbiamo un sindaco così.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>