L’ironia amara di Frega (Silp): “Perché non collocano il personale di polizia nei gazebo in piazza?”

di 

12 gennaio 2016

Pierpaolo Frega

Pierpaolo Frega, segretario provinciale del Silp

Pierpaolo Frega*

PESARO – Anno nuovo, problemi vecchi. Apprendendo dalle fonti giornalistiche l’impasse in cui la questione legata alla ricollocazione degli uffici della Divisione Personale della Questura di Pesaro è impantanata, ci preoccupa e non poco l’avvicinarsi della data dello sfratto, giugno 2016. Ciò sottolinea ancor di più che in questi anni in cui si era consapevoli di dover intraprendere una strada che quantomeno prefissasse un obiettivo, altro non si è fatto che perdere tempo prezioso e soprattutto non avere una minima aderenza alla realtà che prefigurasse una soluzione.

Le idee messe in campo finora, dalle più suggestive alle più bizzarre, credo si siano non solo esaurite ma abbiano sempre cozzato con decisioni che la politica non ha mai supportato. La caserma Cialdini ha visto uno scontro tra ministeri (ed a essere onesti e sinceri era veramente l’unica soluzione con un senso) l’ex intendenza sui costi proibitivi legati ad un risanamento strutturale impegnativo economicamente, l’ex INPDAP sulla assenza di strutture idonee ai servizi di Polizia, il Bramante in quanto appetito da altri interessi economici, l’ultima suggestione della sede di Bankitalia improponibile poiché a prezzi insostenibili per il Ministero.

Il tutto non dimentichiamoci passato anche attraverso il bluff di via Lamarmora.

Quando invece i tempi come adesso si fanno sempre più stretti ed incalzanti, quale soluzione realmente percorribile abbiamo? Nessuna.

Sarebbe forse ora che chi di dovere (Prefettura e Questura) cominci ad alzare la voce e che la politica tutta cominci a fare passi concreti evitando suggestioni inutili, altrimenti non ci resta che chiedere al Comune di rinstallare i gazebo dei mercatini di Natale in piazza e trasferirci con buona pace di tutti in mezzo alla strada.

*Segretario provinciale SILP CGIL

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>