Va in pensione Adriano Gattoni, dirigente della Provincia di Area finanziaria, Informatica e Affari generali

di 

14 gennaio 2016

PESARO – E’ andato in pensione Adriano Gattoni, dirigente del servizio “Affari generali, sistema informativo e statistico, bilancio, ragioneria, tributi e patrimonio” della Provincia di Pesaro e Urbino. Erano in tanti questa mattina a salutarlo nella sala Adele Bei: il presidente della Provincia Daniele Tagliolini, il sindaco di Pesaro Matteo Ricci (ex presidente della Provincia), il vice presidente del consiglio regionale Renato Claudio Minardi, che è stato assessore al bilancio dell’ente, il direttore generale Marco Domenicucci e molti colleghi che hanno condiviso tanti anni di attività.

“In questi 39 anni di lavoro in Provincia – ha detto Adriano Gattoni – ho avuto la possibilità di realizzare un percorso professionale che, partendo dall’impiego nel laboratorio di una scuola, mi ha portato prima a costruire il Centro elaborazione dati della Provincia, che fornisce servizi a tutti i Comuni del territorio, poi a dirigere un servizio fondamentale per la vita e il funzionamento di questa amministrazione. E’ stata praticamente la mia seconda casa ed ho sempre avuto la fortuna di trovare collaboratori molto preparati e disponibili ad affrontare e risolvere i problemi, sia nei momenti di maggiore stimolo, sia in quelli di difficoltà. A loro va innanzitutto il mio ringraziamento per l’impegno, la competenza e l’attaccamento al lavoro dimostrati, soprattutto in questi ultimi anni estremamente difficili”.

“Ringrazio Gattoni – ha detto il presidente Daniele Tagliolini – per aver contribuito alla crescita di questo ente. Nei suoi diversi ruoli ha sempre messo passione e amore per il suo lavoro e per i servizi da offrire al territorio, spendendosi in progettualità che andassero incontro alle esigenze dei cittadini”.

Una passione confermata anche dal vicepresidente del consiglio regionale Renato Claudio Minardi (“Con Adriano abbiamo vissuto anni di tagli pesanti nei confronti di questo ente, che si sono concretizzati successivamente con la riforma Del Rio”) e dal direttore generale Marco Domenicucci: “Adriano prese il mio posto di ragioniere capo quando diventai direttore generale dell’ente. In questi anni abbiamo lavorato spesso in tandem”. Non poteva mancare il momento dei regali e delle foto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>