Ecco la stagione 2016 di Teatri d’Autore con la grande prosa di casa nell’entroterra

di 

19 gennaio 2016

PESARO – Tutto pronto per la stagione di prosa 2016 dei teatri storici della provincia di Pesaro e Urbino nata dall’impegno condiviso di Provincia di Pesaro e Urbino, Regione Marche, Comuni e di Amat.

Giorgio Montanini

Giorgio Montanini

Una stagione d’Autore nel vero senso del termine, che animerà i Teatri “firmati” da pregevoli architetti, pittori, decoratori, artigiani. Salotti meravigliosi e preziosi, ma aperti a tutti, spazi a misura d’uomo dove è possibile gustare appieno e con tutti i cinque sensi l’esperienza emozionale che solo lo spettacolo dal vivo sa offrire. Da Omero a Paolo Volponi, passando per William Shakespeare, Edmond Rostand, Giovanni Verga, Luigi Pirandello, Eugène Ionesco, Karen Blixen, e Pier Paolo Pasolini (per citarne alcuni): una carrellata di grandi opere della letteratura e della drammaturgia dalle origini ai nostri giorni, affidate alla messa in scena di bravissimi interpreti. Giovani registi e attori, si alternano a celebri protagonisti della scena teatrale italiana, in un’offerta varia e caleidoscopica, ma sempre caratterizzata dall’ottima qualità della proposta.

Lella Costa

Lella Costa

“L’attività teatrale della provincia – ha detto Margherita Pedinelli, consigliere provinciale e sindaco di San Costanzo, durante la conferenza di questa mattina – ha sempre rivestito grande importanza e ha sempre saputo rinnovarsi. La Provincia, indipendentemente dalle funzioni fondamentali e non, sarà sempre attenta alle tematiche culturali. Si tratta di stagioni teatrali molto positive anche per l’indotto, c’è un pubblico che viene da fuori e che attraverso gli spettacoli ha modo di conoscere il territorio. Va detto che quei territori che hanno riscontrato più presenze turistiche sono anche quelli che hanno teatri che rientrano nella rete Amat”.

Un programma d’eccezione quindi – che inaugura il 20 gennaio a San Lorenzo in Campo e si concluderà il 9 aprile a 2016 – di 22 spettacoli allestiti nei suggestivi teatri storici del nostro territorio: Comunale di Gradara, Battelli di Macerata Feltria, Apollo di Mondavio, della Concordia di San Costanzo, Tiberini di San Lorenzo in Campo, Bramante di Urbania.

In cartellone gli immancabili classici come Otello con Filippo Dini e Antonio Zavatteri in scena a Urbania, Cyrano del bravissimo Jurij Ferrini al Teatro Tiberini, Delirio a due di Ionesco con Elena Bucci e Marco Sgrosso che inaugura la stagione a San Lorenzo in Campo il 20 gennaio; in questa stagione d’Autore ci sarà spazio anche per suggestioni di nuovo teatro, come il corale Francesco povero di Pietro Conversano con la Compagnia di San Patrignano da poco rappresentata al Piccolo Teatro di Milano e in scena a Urbania, L’apocalisse della scrittura, dedicato a Volponi, di Teatro Cust2000 a Gradara, a Macerata Feltria Play diretto da Luca Guerini o il pasoliniano Bestia da stile per la regia di Fabio Condemi in programma a Urbania al Teatro Bramante.

Cyrano

Cyrano

Non mancherà l’irresistibile comicità di Scenaridens del Teatro della Concordia di San Costanzo con Max Paiella, Maria Cassi, Paolo Nani e Matthias Martelli e l’irriverente stand up comedy di Giorgio Montanini sul palco di Urbania, il frizzante musical Ti amo, sei perfetto, ora cambia, diretto da Marco Simeoli e l’emozionante reading del Pranzo di Babette con Lella Costa al Battelli di Macerata Feltria.

E ancora: il suggestivo radioteatro affidato alla voce multiforme di Luca Violini nella lettura di Iliade a San Lorenzo in Campo, la divertente conferenza-spettacolo Ecologia, follia e dintorni di e con Jacopo Fo in scena a Gradara, il saporito teatro conviviale dell’Incantadora di Roberta Biagiarelli a Mondavio, i coinvolgenti monologhi – come l’originale Corpi impuri di Marinella Manicardi a Gradara o gli appuntamenti di Mondavio su testi di Verga e Pirandello con Giuseppe Esposto in Il povero e il Ricco, Matteo Castellucci in Siamo tutti in pericolo di Pasolini, Giorgio Donini diretto da Francesco Calcagnini in Un memoriale di Volponi.

Ultimo, ma non ultimo il progetto speciale A tempo d’opera che prenderà vita, in una prima assoluta, a fine Stagione nel delizioso Teatro Tiberini di San Lorenzo in Campo, con il concerto in forma scenica per strumenti, canto e voci recitanti La favola di Orfeo ed Euridice realizzato da International Opera Studio di Inga Balabanova. A tempo d’opera perché, come ai tempi in cui furono costruiti i teatri storici del nostro territorio, il pubblico sarà invitato a degustare sia l’essenza dell’opera di Gluck, (una delle più belle e affascinanti del repertorio melodrammatico settecentesco), sia i sapori della cucina locale in una cena allestita nel foyer del liberty Teatro Tiberini di San Lorenzo in Campo.

Elena Bucci e Marco Sgrosso in "Delirio a due"

Elena Bucci e Marco Sgrosso in “Delirio a due”

Ma la stagione non è solo spettacolo: è momento di confronto, arricchimento e aggregazione con le numerose e allettanti proposte collaterali capaci di trasformare ogni appuntamento in un evento. Grande spazio è riservato alla formazione teatrale rivolta ai più giovani attraverso il progetto Scuola di Platea, che coinvolgerà oltre settecento studenti del nostro territorio e che li accompagnerà alla visione illuminata degli spettacoli in programma per mezzo di incontri con le Compagnie e con studiosi, esperti, intellettuali e artisti come Andrea Fazi, Francesca Ricci, Massimo Raffaeli e Gianni D’Elia.

E per il piacere del palato, anche quest’anno la Stagione della Rete ripropone le graditissime degustazioni e aperitivi a Km 0 che (grazie all’Associazione Stramonio, alle aziende e ai ristoratori del territorio) offrono al pubblico la possibilità di apprezzare le eccellenze eno-gastronomiche della nostra provincia.

Queste sono le firme e le forme di una stagione ricca di contenitori (i sei teatri di Gradara, Macerata Feltria, Mondavio, San Costanzo, San Lorenzo in Campo, Urbania) e di contenuti (i 22 spettacoli, gli 11 incontri introduttivi, le 7 degustazioni).

 

BIGLIETTI

Settore A (platea e palchi centrali) intero Є 15 – ridotto Є 12

Settore B (palchi laterali e loggione) intero Є 10 – ridotto Є 8

ABBONAMENTI A CARNET

Abbonamento per gli spettacoli di un unico teatro oppure a scelta fra quelli proposti dalla Stagione della Rete

Abbonamento a 3 spettacoli

Settore A (platea e palchi centrali) intero Є 42 – ridotto Є 33

Settore B (palchi laterali e loggione) intero Є 27 – ridotto Є 21

Abbonamento a 4 spettacoli

Settore A (platea e palchi centrali) intero Є 52 – ridotto Є 40

Settore B (palchi laterali e loggione) intero Є 32 – ridotto Є 24

Abbonamento a 5 spettacoli

Settore A (platea e palchi centrali) intero Є 65 – ridotto Є 50

Settore B (palchi laterali e loggione) intero Є 40 – ridotto Є 30

Hanno diritto alla riduzione gli spettatori fino a 25 anni e oltre i 65 anni, i possessori della AMATo abbonato Card e della Tessera Plus Rete Servizi Bibliotecari di Pesaro e Urbino e convenzionati vari

Biglietti e abbonamenti potranno essere acquistati:

IN PREVENDITA (con maggiorazione di € 1.00 a biglietto)

– Biglietteria Teatro Rossini, P.zza Lazzarini 1, Pesaro tel. 0721 387621

orario: da mercoledì a sabato, 17.00 – 19.30

– Biglietteria Teatro della Fortuna, P.zza XX Settembre 1, Fano tel. 0721 800750

orario: da mercoledì a sabato, 17.30 -19.30

mercoledì e sabato anche dalle 10.30 alle 12.30

– Call Center dello spettacolo delle Marche: 071 2133600 con acquisto in linea del biglietto

IL GIORNO STESSO DELLO SPETTACOLO

-nelle biglietterie di ogni singolo teatro, dalle ore 19.00.

VENDITA ON LINE:

Una parte dei posti disponibili viene messa in vendita on-line. L’acquisto si può effettuare visitando il sito: www.vivaticket.it L’acquisto on-line e la prevendita comportano un aggravio del costo del biglietto in favore del gestore del servizio.

INFO:

Rete Teatrale della provincia di Pesaro e Urbino via Mazzolari 4, Pesaro, tel. 0721 3592515, cell. 366 6305500 www.amat.marche.it reteteatripu@amat.marche.it

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>