Marquez divorzia da Valentino anche sul merchandising. E “Manos Limpias” denuncia per frode il circuito di Jerez

di 

21 gennaio 2016

Gp di Misano foto Ballante

Rossi e Marquez (foto Ballante)

TAVULLIA – C’eravamo tanto amati. Oppure non è nemmeno mai stato proprio così. Fatto sta dalla Spagna danno per certa la rottura completa fra Valentino Rossi e Marc Marquez, anche per ciò che concerne i rapporti commerciali.

Il sito web di Marca pubblica la notizia che lo spagnolo avrebbe deciso di staccarsi dalla VR46 per ciò che concerne il merchandising. Marquez sarebbe in trattativa con altre aziende anche italiane, precisamente con la Pritelli di Cattolica, affinché questa prenda il testimone dalla casa di Tavullia per la produzione e commercializzazione di materiale sportivo e gadget.

Sempre dalla terra iberica, sul sito di As, arriva un’altra notizia degna di nota. La testata online spagnola scrive che il collettivo dei dipendenti pubblici “Mani pulite” – ovviamente la Tangentopoli milanese anni Novanta non c’entra nulla – ha presentato giovedì, presso il Tribunale di Jerez de la Frontera, una denuncia di una presunta frode – di ben 4 milioni di euro – che sarebbe stata commessa sulle vendite dei biglietti del Gp di Spagna del 2013. La denuncia è diretta contro i responsabili di Cirjesa, società pubblica di proprietà del Municipio di Cadiz e della Junta de Andalucia, che gestisce il circuito di Jerez. I denuncianti hanno tirati in ballo vari manager, fra cui l’ex Ceo della pista Juan Baquero, Ignacio Díaz Permartin e il consigliere Carmelo Ezpeleta Preido.

“Manos limpias” è un’associazione spagnola nata nel 1995 per rappresentare i dipendenti del servizio pubblico. Le sue azioni non hanno tanto rilievo sindacale ma sono per lo più indirizzate a denunciare questioni che concernono la politica comunale e nazionale quando la stessa – ad avviso dell’associazione – non gestisce correttamente il pubblico danaro.

La truffa, sempre secondo i denuncianti, riguarderebbe un “doppio conteggio” sui biglietti venduti. In pratica si ipotizza che siano stati dichiarati alla HACIENDA, la nostra Agenzia delle Entrate, meno profitti di quelli effettivamente ricavati.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>