Silenzio in sala, (parla) il linguaggio del cinema: la rassegna

di 

21 gennaio 2016

Silenzio in sala. Il linguaggio del cinema

La presentazione di “Silenzio in sala. Il linguaggio del cinema”

PESARO – Silenzio in sala, parla il linguaggio del cinema. E’ stata presentata stamane, nella sala rossa del Municipio di Pesaro, la manifestazione organizzata dal Comune stesso, da Amat e associazione Il Campo, con il patrocinio della Mostra internazionale del Nuovo cinema. Si tratta di una rassegna di film stranieri in lingua originale, con sottotitoli in italiano e presentazione in Lis, la Lingua dei segni italiana. Ecco i film che saranno proiettati al teatro Sperimentale, nella saletta Pasolini, fra febbraio e marzo, e il calendario completo:

 

1 FEBBRAIO
BOYHOOD
con Patricia Arquette, Ellar Coltrane
Ethan Hawke, Lorelei Linklater
regia di Richard Linklater
USA, 163 min, anno 2014
distribuzione Universal Pictures

8 FEBBRAIO
COBAIN: MONTAGE OF HECK
regia di Brett Morgen
USA, 135 min, anno 2015
distribuzione Universal Pictures

15 FEBBRAIO
EX MACHINA
con Domhnall Glesson, Oscar Isaac, Alicia Vikander
regia di Alex Garland
Regno Unito, 108 min, anno 2015
distribuzione Universal Pictures

22 FEBBRAIO
WILD
con Reese Witherspoon, Laura Dern, Michiel Huisman
Gaby Hoffman, Charles Baker
regia di Jean-Marc Vallèe
USA, 115 min, anno 2014
distribuzione 20th Century Fox

14 MARZO
IL SEGRETO DEL SUO VOLTO
con Nina Hoss, Ronald Zehrfeld
Megan Gay, Nina Kunzendorf
regia di Christian Petzold
Germania, 98 min, anno 2014
distribuzione BIM

21 MARZO
RAMS – STORIA DI DUE FRATELLI E OTTO PECORE
con Sigurdur Sigurjonsson, Theodor Juliusson, Charlotte Boving
regia di Grimur Hakonarson
Islanda, 90 min, anno 2015
distribuzione BIM

 

Dopo il successo ottenuto per la prima parte proiettata a novembre e dicembre scorsi, riprende lunedì 1 febbraio la rassegna di film in lingua originale dal titolo Silenzio in sala. Il linguaggio del cinema. Il ciclo – promosso dal Comune di Pesaro (Assessorato alla Bellezza), AMAT e Associazione Il Campo, con il prezioso patrocinio della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro – si tiene nella saletta Pasolini del Teatro Sperimentale (ingresso piazza del Popolo). Tutti i film saranno presentati in Lis (Lingua dei segni italiana) e saranno proiettati in lingua originale con sottotitoli in italiano, un’occasione privilegiata per i sordi di gustare film su grande schermo e per chi ama il cinema di goderlo nella lingua originale.

La rassegna si compone di sei titoli. Il primo febbraio ad inaugurazione Boyhood (USA, 163 min, anno 2014; distribuzione Universal Pictures) con Patricia Arquette, Ellar Coltrane, Ethan Hawke e Lorelei Linklater per la regia di Richard Linklater. Girato in soli 39 giorni ma in un arco di tempo di ben 12 anni (tra il 2002 e il 2013), Boyhood è un’esperienza cinematografica assolutamente innovativa che fa immergere il pubblico in un modo unico nella vita ordinaria di una famiglia ordinaria. Linklater collabora ancora una volta con Ethan Hawke (si ricorda la serie di Prima dell’alba-Before Sunrise, Prima del tramonto-before sunset, e Before midnight), e, come già accaduto nel 1995 proprio con Prima dell’alba, si aggiudica con questo nuovo film l’Orso d’Argento per la miglior regia al Festival di Berlino 2014.
L’8 febbraio è la volta Cobain: Montage of heck (USA, 135 min, anno 2015; distribuzione Universal Pictures) dell’acclamato regista Brett Morgen (The Rolling Stones: Crossfire hurricane), primo documentario interamente autorizzato su Kurt Cobain, leader dei Nirvana, artista in grado di cambiare per sempre la scena rock degli anni Novanta e dare vita alla nuova generazione musicale del “grunge”.
Scritto e diretto da Alex Garland (28 Giorni dopo, Sunshine, Dredd), Ex Machina (Regno Unito, 108 min, anno 2015; distribuzione Universal Pictures) in programma il 15 febbraio è un intenso thriller psicologico con Domhnall Glesson, Oscar Isaac e Alicia Vikander incentrato su un triangolo amoroso tra due uomini e una bellissima donna robot. Il film esplora i grandi temi della consapevolezza, delle emozioni, della sensualità, della verità e della menzogna.
Su una sceneggiatura dello scrittore Nick Hornby, Wild di Jean-Marc Vallèe (22 febbraio), emergente regista di Dallas Buyers Club (- USA, 115 min, anno 2014; distribuzione 20th Century Fox), si basa sul libro di memorie Wild – Una storia selvaggia di avventura e rinascita scritto da Cheryl Strayed. Reese Witherspoon, Laura Dern, Michiel Huisman, Gaby Hoffman, Charles Baker animano la storia che si svolge nell’America degli anni Novanta dove una ragazza rimasta sola con il proprio fratello dopo la morte improvvisa della madre e la fine del proprio matrimonio, chiusa nella dipendenza dall’eroina, decide di affrontare in totale solitudine a piedi il Pacific Crest Trail.
Rigore fotografico, sottrazione di colonna sonora, personaggi dispersi sul viale della dimenticanza, epifanie implose nella cesura del movimento di macchina, con stacchi di montaggio netti, brutali, a smentire la fluidità del ricordo sono le cifre stilistiche de Il segreto del suo volto in programma il 14 marzo (Germania, 98 min, anno 2014; distribuzione BIM), un film di Christian Petzold – con Nina Hoss, Ronald Zehrfeld, Megan Gay, Nina Kunzendorf – inesauribile, l’ennesimo di un cineasta cui aggrapparsi disperatamente.
A conclusione della rassegna il 21 marzo è la volta di Rams – Storia di due fratelli e otto pecore (Islanda, 90 min, anno 2015; distribuzione BIM) di Grimur Hakonarson con Sigurdur Sigurjonsson, Theodor Juliusson e Charlotte Boving, presentato al Festival di Cannes 2015, vincitore nella sezione Un Certain Regard.

Biglietti 5 euro. Per informazioni 388.7443108. Orario inizio proiezioni ore 21.
L’illustrazione del manifesto della rassegna è di Magda Guidi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>