Badante raggira un invalido. Truffa sventata dalla Finanza

di 

22 gennaio 2016

URBINO – Non paga di aver già sottratto oltre 7.400 euro, una donna di nazionalità rumena ha tentato di derubare di ulteriori 4.000 euro un uomo in stato di invalidità totale. Questa l’indagine lampo che ha portato al sequestro preventivo, da parte delle Fiamme Gialle di Pesaro-Urbino, di un conto corrente e disponibilità per circa 4.500 euro. L’attività investigativa – coordinata dal Pubblico Ministero dott.ssa Irene Lilliu e svolta dai finanzieri della Compagnia di Urbino – ha permesso di sventare un raggiro perpetrato ai danni di un uomo affetto da deficit mentali e fisici.

Guardia di Finanza al lavoro

Guardia di Finanza al lavoro

L’uomo veniva accudito dalla donna per ogni necessità quotidiana. Donna che, peraltro, aveva ricevuto delega ad operare sul conto corrente. I finanzieri, anche grazie alla collaborazione del direttore di un istituto bancario insospettitosi dei bonifici verso la Romania che, in poco più di 5 giorni, stavano azzerando il conto corrente, hanno ricostruito la vicenda attraverso l’esame dei flussi finanziari e l’acquisizione di ogni informazione utile.

In particolare, dalle indagini è emerso che la donna, approfittando dello stato psichico della persona che accudiva, ha indotto l’uomo a firmare, da giugno 2015, bonifici bancari per un importo complessivo di 11.400 euro, a beneficio di un presunto figlio in Romania con causale “regalia”. L’immediato intervento delle Fiamme Gialle ha consentito, a seguito della segnalazione del direttore di banca, di bloccare l’ultimo di questi bonifici, dell’importo di 4.000 euro. Per porre fine al raggiro la Finanza ha poi proceduto all’esecuzione di un provvedimento di sequestro preventivo del conto corrente e alla denuncia della donna per il reato di circonvenzione di incapace.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>