La Camb espugna il campo dell’Aquarius all’ultimo secondo

di 

25 gennaio 2016

PESARO – Vince la Camb a Pesaro – palestra di via Nanterre – contro un Aquarius ha sicuramente una classifica che non le da’ ragione. Poche settimane fa i pesaresi hanno buttato via una vittoria, che sarebbe stata meritatissima, nel match casalingo contro l’attuale capolista. E’ una squadra che non “sbraca” mai e se la gioca con tutti. E infatti la loro prima frazione e’ travolgente. Perché difficilmente la Camb aveva subito, quest’anno, tanti punti in un solo quarto. Guidati da un Bernardini pressocche’ perfetto in attacco (10 i punti realizzati in questo frangente) i padroni di casa prendono subito un vantaggio in doppia cifra. Al primo intervallo coach Morelli da’ una strigliatina ai suoi e le cose sembrano prendere il verso giusto, si stringono le maglie difensive, l’attacco sembra funzionare meglio e si va negli spogliatoi in vantaggio sul 36 a 37. Poi il Montecchio amministra bene la partita fino al secondo minuto dell’ultimo quarto e raggiunge, sul 51 a 63, il massimo vantaggio. E qui un inspiegabile black out. Montecchio subisce un parziale di 16 a 0 con Marchionni che realizza 7 punti in un amen e ci si ritrova cosi’, a poco piu’ di 3 minuti dal termine, sotto di 4 punti. Cambio: entra Polveroni e sono sue le 2 triple che ridanno vita alla Camb. Si arriva a 28 secondi dalla fine con la squadra in maglia nera avanti 69 a 71. Time-out ospite dove ci si raccomanda di giocare la palla al limite. 20 secondi al termine e Kao spinta verso il canestro. Ma sbaglia. L’Aquarius ne approfitta e con il giovane Montagna impatta. Manca una manciata di secondi, zingarata di Medde in mezzo all’area, arresto e tiro e ciuff: 71 a 73 a 1 secondo dalla fine. Questa volta time-out di coach Spagnoli, rimessa in attacco, un po’ di confusione, il tavolo dice che e’ finito il tempo. L’Aquarius contesta, la Camb festeggia. Nel Montecchio, detto del decisivo canestro di Medde (un canestro alla Doellman visto in “el clàssico” di giovedi’ in eurolega per capirci) e dei suoi 15 punti finali, da rimarcare l’ottima prova di Kao (nonostante la mancata lucidita’ nella gestione di una palla potenzialmente decisiva) e le buone cose fatte anche da Cecchini (8 rimbalzi, 4 recuperi, 1 stoppata). L’Mvp dell’incontro e’ sicuramente Polveroni: 19 punti (2 su 3 da 2 e 4 su 9 nel tiro pesante) e 19 di valutazione: esce dalla panca ma quando e’ in serata e’ difficile domarlo. Sabato prossimo sara’ di scena al Pala Dionigi di Montecchio la capolista, i ragazzi di coach Morelli non lasceranno nulla di intentato per riprovare a riprendere la testa della classifica. Difficile sì, ma non impossibile. Appuntamento alle ore 21.

AQUARIUS PESARO – CAMB MONTECCHIO 71-73

Parziali: 26-15; 10-22; 15-19; 20-17.

Aquarius Pesaro: Corazzi 3, Velispahic 9, Marchionni 7, Gennari 6, Nicolini 2, Ridolfi 6, Montagna 6, Cristiano 6, Bernardini 17, Marchini 7, Falasconi 2. All. Spagnoli – Vice Valentini

Camb Montecchio: Polveroni 19, Donati 8, Arduini 0, Kao 14, Medde 15, Cecchini 2,Ballerini 5, Terenzi 1, Bacciaglia 7, Costantini 0, Andreatini 0, Consani 2. All. Morelli – Vice Paolucci

ARBITRI: Palmieri e Talotta

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>