La “Giornata della Memoria” pesarese. Celebrazioni alla Sinagoga e nel Consiglio Comunale allo Sperimentale

di 

25 gennaio 2016

PESARO – Mercoledì 27 gennaio si celebra il Giorno della Memoria, ricorrenza istituita in Italia nel 2000 con la legge 211 in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti. Più precisamente, il 27 gennaio 1945 viene liberato Auschwitz, il campo di concentramento e sterminio costruito dai nazisti nella Polonia occupata, dove persero la vita oltre un milione di ebrei, tra cui molte migliaia di italiani.

gruppo1 (3)Proprio in quella data, il Comune di Pesaro/Assessorati alla Crescita e alla Bellezza, Presidenza del Consiglio comunale, in collaborazione con Sistema Museo, offrono una serie di iniziative che ruotano attorno alla sinagoga, eccezionalmente aperta al pubblico per l’intera giornata dalle 10 alle 20 (info 0721 387541). L’esperienza di visita alla sinagoga rappresenta infatti un’occasione per “non dimenticare” ma piuttosto per conoscere e riflettere sulle pagine più buie della storia del Novecento. Un’occasione che si rivolge soprattutto alle giovani generazioni e di qui il coinvolgimento attivo delle scuole secondarie di II grado. E infatti la sinagoga accoglie l’installazione del liceo artistico Mengaroni  “Zaddiq. Per i bambini d’Israele” che prevede anche il concerto dimusica Klezmer di Andrea Di Marzio “Pianosolo”: il mattino alle 12, repliche pomeridiane alle 18 e alle 19. Il progetto del Mengaroni pone l’attenzione sulla storia dei bambini deportati, sottratti alle famiglie e scomparsi, immaginando un percorso che ha come palcoscenico la sinagoga e alcune strade intorno. Ogni bambino è rappresentato da una piccola barchetta di carta in cui l’albero maestro è un’orchidea, a suggerire l’idea del naufragio e del viaggio che non ha ritorno.

 E sempre in sinagoga il mattino si recherà in visita una delegazione del Consiglio comunale che proprio il 27 gennaio dedica una seduta speciale al Giorno della Memoriache si terrà al teatro Sperimentale e vedrà la presenza delle scuole secondarie di II grado. A conclusione del Consiglio verrà proiettato il cortometraggio “Helena” di Nicola Sorcinelli, giovane regista che ha vissuto la sua infanzia a San Costanzo; protagonista Sandra Ceccarelli, attrice di rara finezza espressiva, che in questo caso rappresenta l’immagine del sistema nazista, sistema corrotto eppure profondamente legato a un alto senso del dovere.

Interno della sinagoga di Pesaro in via delle Scuole

Interno della sinagoga di Pesaro in via delle Scuole

Una performance alla Sinagoga di via delle Scuole per non dimenticare le vittime dell’Olocausto. Ad allestirla, mercoledì 27 gennaio, nell’ambito delle celebrazioni del “Giorno della Memoria”, gli studenti del liceo artistico Mengaroni,  al termine del Consiglio comunale in programma al teatro Sperimentale. La performance  consisterà nell’esposizione di libri sulla tebà ebraica (tenda del deserto in ricordo dell’esodo) e in un concerto solenne eseguito dal pianista Andrea Di Marzio.

Ancora al teatro Sperimentale alle 21, “Il canto degli emarginati”, un racconto che utilizza diversi linguaggi (poesia, prosa, musica e sand art) promosso dal progetto Sprar (Servizio di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati di Pesaro) in collaborazione con Amat e molti altri enti e associazioni, tra cui Caritas, Cospe, Amnesty International. L’evento vedrà la partecipazione di alcuni beneficiari dei servizi Sprar e Prima accoglienza della città. Perché un Olocausto è accaduto in passato ma innumerevoli sono le tragedie, i genocidi e le stragi che insanguinano il presente; si tratta di “Olocausti silenziosi” che portano il nome di guerra, fame, persecuzione, povertà, violazione dei diritti umani, terrorismo, catastrofi ambientali. Sul palco: Frida Neri (voce), Antonio Nasone (chitarre, mandolini, fisarmonica), Loris Ferri (versi), Massimo Zamboni (prosa e chitarre), Massimo Ottoni (immagini). Biglietto di cortesia euro 5,00, alla biglietteria del teatro Rossini 0721 387621 e online su www.vivaticket.it

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>