Super myCicero in Sardegna: espugnata Olbia e la Coppa Italia procede ora a Forlì

di 

27 gennaio 2016

OLBIA – myCicero, che impresa! In terra sarda, le ragazze di Bertini compiono un capolavoro sportivo alla luce anche di tutte le sfortune capitate alla vigilia di questo importante appuntamento. Out il vice allenatore Portavia per febbre, Sestini per problemi alla schiena nell’ultimo allenamento prima di partire per Olbia e Babbi per motivi personali. E in più Arciprete che ha giocato con qualche linea di febbre e la Di Iulio non al meglio per un problemino al ginocchio. Ma la myCicero è stata più forte di tutto e tutti dimostrando, se ancora ce ne fosse bisogno, la graniticità di un gruppo con la “G” maiuscola e un impianto di gioco valido. Insomma, ha trionfato il grande cuore di queste ragazze che hanno onorato, ancora una volta, Pesaro.
Esultanza Mycicero dopo la vittoria di Olbia

Esultanza Mycicero dopo la vittoria di Olbia

E dire che la partita non era iniziata nei migliore dei modi: Mastrodicasa e compagne partivano contratte, soprattutto nel fondamentale di difesa e Olbia, da grande squadra qual è, ne approfittava immediatamente, fuggendo, con un margine di 4-5 punti, che risultava determinante ai fini del risultato del primo set.

Ma, all’inizio del secondo parziale, entrava in campo una myCicero con un piglio diverso: il fondamentale della battuta diventata subito un’arma in più nella faretra delle pesaresi che crescevano anche nell’asse muro-difesa e per le sarde cominciava a farsi tutto più difficile. Il pareggio della frazione era la normale conseguenza. Ora le rossoblù paiono più consapevoli dei loro mezzi: Mezzasoma (20 punti per lei) comincia a martellare da tutti i settori del campo, Arciprete gioca da veterana (18 punti il suo bottino), Di Marino e Mastrodicasa fanno il loro al centro, Di Iulio distribuisce il gioco da par suo mentre la Liliom riscatta alla grande la prova opaca di tre giorni fa contro la Delta e Ghilardi e Zannini blindano il fortino. La conseguenza è un 3-1 che non ammette repliche. E adesso le pesaresi sono attese dalla capolista Forlì in gara di andata e ritorno: il 3 febbraio a Pesaro e il 10 a Forlì.
Grande prova del gruppo! – esordisce così coach Bertini al termine della partita – E lo è stata, a maggior ragione, perchè siamo in emergenza sin dalla partenza per Olbia. Ma le ragazze hanno risposto come meglio non potevano e hanno ascoltato la presidente Rossi che ci ha chiesto di essere un uragano. Tolto il primo set, abbiamo giocato con grande concentrazione e lucidità e siamo state brave nel limitare la Brussa. Abbiamo giocato un’ottima partita, dimostrando che quando vogliamo qualcosa, con umiltà e sacrificio, la otteniamo. Brave tutte ma una menzione particolare la vorrei fare per Luca Nico che ha esordito in panchina al posto del febbricitante Portavia“.
ENTU OLBIA – MYCICERO PESARO 1-3 (25-19; 19-25; 18-25; 19-25)

ENTU OLBIA: Correa 4, Valpiani 1, Vilcu 15, Rebora 10, Brussa 16, Camarda 9; Degortes (L), Bellapianta 1, Caboni, Ceresi, Giuliani 2. N.e.: Fezzi. All.: Iosi.
MYCICERO PESARO: Liliom 12, Di Marino 7, Mezzasoma 20, Arciprete 18, Mastrodicasa 11, Di Iulio 1; Ghilardi (L), Zannini. N.e.: Bordignon, M’Bra, Gennari. All.: Bertini.
ARBITRI: Talento e Di Blasi.
Entu: battute sbagliate 10; battute vincenti 6; ricezione 52% (prf. 27%); attacco 36%; errori 25; muri 5.
myCicero: battute sbagliate 9; battute vincenti 6; ricezione 62% (prf. 25%); attacco 46%; errori 23; muri 6.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>