Pesaro rugby, buona la prima nel girone Promozione: battuta Parma

di 

1 febbraio 2016

Pesaro rugby

Pesaro rugby

PESARO – La Pesaro Rugby inizia con il piede giusto l’avventura nel girone promozione. Subito una vittoria contro l’Amatori Parma per 27-7 e quattro utilissimi punti conquistati per la classifica. Punti ancor più importanti visto  l’equilibrio che contraddistinguerà questo girone. Parma scende a Pesaro per provare a vincere e così Pesaro non ha vita facile, soffrendo nel primo tempo e venendo fuori alla distanza. I parmensi sono ben organizzati in difesa, non fosse per qualche fallo di troppo. E’ così che il primo divario Pesaro lo scava grazie a tre calci di punizione davvero precisi dell’ala Babbi. I giallorossi faticano a proporsi in attacco, quando al 20’ il pilone Maccan trova il guizzo di giornata. Raccogliendo palla da una ruck sui 22 avversari, invece di ripartire ovale in mano, si inventa un calcetto a scavalcare degno del migliore trequarti, segue l’ovale, salta e lo serve a Babbi che si ritrova con tutto lo spazio per andare a schiacciare tranquillo in meta. E’ 14-0, ma è proprio ora che il Parma decide di rispondere e farsi valere. Sfruttando bene i centri, al 20’ trova un buco efficace e va a schiacciare con il mediano Sergi. Parma ci crede e spinge con i suoi trequarti, ma Pesaro è bravo a ribattere colpo su colpo, finché al 40’ non trova il quarto piazzato di giornata con Babbi per il 17-7. I giallorossi paiono aver scacciato le streghe, tanto che nel secondo tempo entrano in campo con una determinazione che non lascia scampo ai parmensi. All’8’ l’azione simbolo della giornata con la mischia che da una touche sui 22 macina metri con la sua maul fino ai 22 avversari. Pesaro ci crede e da una successiva touche sui 5 metri nasce la seconda meta con Battisti che schiaccia al termine di una ulteriore maul. Para tenta di trovare nuova energia dai cambi, ma sono i 15 titolari di Pesaro a macinare gioco e a trovare la terza meta con Jaouhari al termie di un’azione fotocopia di quella precedente. La mischia pesarese è incontenibile e Ballarini può pescare dalla panchina cambi che valgono i titolari, riuscendo così a mantenere il medesimo ritmo. Parma è in affanno e Pesaro dà tutto nella ricerca della quarta meta, ma questa sfuma proprio allo scadere, con la gara  che termina 27-7. Resta l’amarezza di un punto lasciato per strada, ma anche la consapevolezza di aver guidato la gara dall’inizio alla fine e di poter contare su una rosa ampia con tanti giocatori all’altezza.

PESARO RUGBY – AMATORI PARMA 27-7
PESARO RUGBY: Martinelli Marco, Nardini, Gai, Villarosa (31’ st Ulissi), Babbi (34’ Biagetti), Panzieri, Cardellini (24’ st Ballarini Tommaso), Scavone (24’ st Shaho), Cecconi, Jaouhari (31’ st Sanchioni), Campagnolo, Battisti, Maccan, Giunti (24’ st Benelli),  Galdelli (37’ st Pozzi) All. Ballarini Ernesto
PARMA: Fava, Letizia, Ciprian, Carra, Dondi (26’ st Pietroni), Orlandini, Sergi (26’ st Pellegrino), Orsenigo, Bosco, Balestrieri (26’ st Brunelli), Andreozzi, Camurri (10’ st Ramos), Calt (10’ st Ciasco), Torlaini, Bertozzi All. Mey a disp. Corradi, Kouassi
ARBITRO: Carino  (Napoli) Guardalinee Gatta (Pesaro),  Caprini (San Lorenzo in Campo)
MARCATORI: 8’, 13’ 19’ cp Babbi, 20’ m. Babbi, 25’ m Sergi  tr Fava, 40’ cp Babbi, 10’ st m. Battisti, 23’ m Jaouhari
NOTE: cartellino giallo 35’ Bosco

Altri risultati
Arezzo – Romagna  11-26, Noceto – Livorno 27-7 (5-0)

Classifica
Noceto 5, Pesaro e Romagna 4, Arezzo, Parma e Livorno 0

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>