Occhio alla truffa. La Polizia mette in guardia da telefonate di sedicenti “marescialli” che si stanno ripetendo a Fano

di 

3 febbraio 2016

FANO – Nel territorio comunale di Fano, ultimamente sono state sono state consumate diverse di truffe in danno a persone anziane. La Polizia vuole a tal proposito fornire tutte le adeguate avvertenze ad un modus operandi dei malfattori che è il seguente:

 

Pesaro, controlli della polizia

Pesaro, un mezzo della polizia

All’anziano perviene una telefonata da parte di un sedicente “maresciallo”, il quale gli riferisce che un proprio congiunto, spesso un figlio, ha causato un grave incidente stradale ma che pagando alcune migliaia di euro quale risarcimento del danno provocato, potrebbe evitare l’arresto. A breve distanza la vittima riceve una seconda telefonata da un interlocutore che, presentandosi come avvocato amico del suddetto congiunto, gli suggerisce di saldare la somma utilizzando, in caso di mancanza di contanti, anche oggetti preziosi, da consegnare ad un suo collaboratore che a breve gli farà visita. Mentre l’anziano è ancora trattenuto al telefono dal falso avvocato, in modo da avere la certezza che non abbia il tempo di interloquire con altri per chiedere consiglio, si presenta presso l’abitazione una persona che, dopo essersi qualificata come il collaboratore del citato legale, si fa consegnare il denaro ed i preziosi per poi dileguarsi velocemente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>