Emozioni a go go, il PesaroFano torna da Carrè con un 4-4

di 

6 febbraio 2016

Jelavic (Italservice PesaroFano) al tiro

Jelavic (Italservice PesaroFano) al tiro

CARRE’ (Vicenza) – Tre volte sotto, una volta sopra, alla fine è parità. Non senza rammarico l’Italservice PesaroFano torna dal Veneto con in dote un pareggio per 4 a 4 colto sul campo del Carrè Chiuppano.

Vista e considerata la disponibilità totale della rosa (per la prima volta dopo tantissimo tempo) e il differenziale di classifica rispetto ai locali, non propriamente il risultato che i tifosi biancorossi-granata si aspettavano. Però, tenuto conto del film della partita e della sofferenza patita dai ragazzi di mister Osimani può essere visto anche come un risultato positivo, che da continuità alla vittoria di sabato scorso con l’Aosta e che mantiene il PesaroFano in una buonissima situazione di classifica: quinto posto con ancora 4 punti di vantaggio su chi insegue (ora il Real Arzignano) e quindi in piena zona playoff.

Prima parte di gara senza particolari emozioni e di sicuro senza reti. A fare da apriscatole ci pensano i padroni di casa con Rafinha al 12′. La replica del PesaroFano è diesel, ma efficace e conduce sino al pari firmato da Jelavic (15° centro in campionato per lui). Tutto sembra condurre verso il pareggio all’intervallo, invece, come non di rado accaduto in trasferta in questa stagione, nell’ultimo minuto del primo tempo i rossiniani subiscono gol (Buonanno al minuto 19’15”) e vanno al riposo sotto 2 a 1.

Il ping pong continua nella ripresa. Pareggio di capitan Tonidandel al 5′, nuovo vantaggio locale ancora con Rafinha all’8′. Qui scatta il grande orgoglio dell’Italservice, che cresce col passare dei minuti e a cavallo del 15′ confeziona l’uno-due che sembra indirizzare la gara verso 3 pesantissimi punti. Segnano Napoletano prima e Da Silva poi, nel giro di appena 45 secondi. Colpo del kappao per il Carrè Chiuppano? No. I padroni di casa hanno grinta da vendere e a meno di tre minuti dal gong trovano il definitivo 4 a 4 con Gulizia.

La domanda dopo un pareggio è sempre quella: bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? Difficile rispondere, di certo aver ritrovato tutti i giocatori, la continuità garantita dopo la vittoria di sabato scorso e la classifica con cui ci si accinge alla settimana di riposo (prossimo incontro sabato 20 Febbraio in casa contro la viceleader Imola) sono tanti elementi positivi su cui poggiare per una analisi ottimistica.

CARRE’ CHIUPPANO -ITALSERVICE PESAROFANO 4-4 (2-1)
CARRE’ CHIUPPANO: Josic, Adami, Rafinha, Iglesias, Pedrinho; Azzolin, Lucca, A.Rossi, Lambert, Buonanno, Gulizia, Guzzonato. All. Gera
ITALSERVICE PESAROFANO: Moretti, Tonidandel, Jelavic, Dudù, Pedaleira; Verì, Warid, Bonci, Napoletano, Cuomo, Da Silva, Rossi. All. Osimani
ARBITRI: Ronca (Rovigo), Scarpelli (Padova) CRONO: Volpato (Castelfranco Veneto)
RETI: 11’50” Rafinha, 15’24” Jelavic, 19’15” Buonanno; 25’07” Tonidandel, 28’50” Rafinha, 35’45” Napoletano, 36’26” Da Silva, 37’06” Gulizia

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>