Orti Giulii? Il restyling lo fanno gli studenti. Belloni e Biancani: “Grazie”

di 

6 febbraio 2016

 

PESARO – Sono una cinquantina di studenti, impegnati da maggio in un progetto di restyling degli Orti Giulii. Ieri mattina, con la supervisione degli insegnanti, sono tornati a “lavorare”  nel polmone verde di via Belvedere. Forniti di ramazza e carriole e di strumenti specifici, hanno provveduto alla manutenzione del verde, al rilievo della vegetazione e alla verifica del verde ‘storico’.

L’impegno fa seguito a un accordo sottoscritto l’anno scorso tra Comune di Pesaro (assessorato alle Nuove opere e manutenzioni), istituto agrario “Cecchi” di Villa Caprile e Accademia agraria. Tutor del progetto per il Comune, Stefano Menichetti.

“Il progetto, avviato da Biancani nel 2015, è stato confermato anche per quest’anno scolastico – interviene l’assessore alla Operatività Enzo Belloni – E’ un modo per i ragazzi di calarsi nel mondo del lavoro, in una realtà che non è quella scolastica anche se all’istituto Cecchi lavorano all’aperto, hanno un’azienda e una produzione propria. Questo invece è un lavoro che svolgono per la comunità , per cui non possiamo far altro che ringraziarli e auguraci magari di poter utilizzare le loro capacità anche in altre situazioni, per rendere la nostra città sempre più bella e vivibile”.

Come ricordava Belloni, il progetto è stato avviato l’anno scorso dall’attuale consigliere regionale e presidente della commissione Ambiente Andrea Biancani, allora in veste di assessore comunale. “Questa mattina (ieri) siamo venuti qui insieme all’assessore Belloni per salutare i ragazzi. Ci è sembrato un bel modo per ringraziarli del lavoro che svolgono e mi sembra importante anche per riconoscere il grande impegno che Villa Caprile e l’istituto agrario stanno mettendo nel nostro territorio. Credo inoltre che per il Comune di Pesaro sia molto importante avere una scuola di un tale prestigio, che quest’anno festeggerà i 140 anni di attività”.

Il progetto dunque è ripreso a ottobre, con cadenza quindicinale. “Gli studenti sono già venuti a lavorare agli Orti Giulii un paio di volte – spiega Franca Gambini, presidente dell’Accademia Agraria, nonché docente dell’istituto Agrario e responsabile del progetto – e andrà avanti fino ad aprile. Abbiamo suddiviso l’impegno in tre settori:  la manutenzione del verde, il rilievo della vegetazione esistente e la verifica del verde storico, di quella parte di vegetazione cioè che probabilmente fa parte dell’impianto originario. Un’indagine che verrà svolta insieme all’università di Ancona, con le piante più vecchie che verranno analizzate per capire qual è la loro età e fare uno studio specifico”.

Molto soddisfatta anche la vicepreside dell’istituto agrario Chiara Fiorucci. “Siamo molto contenti di partecipare in convenzione con il Comune a questo progetto – esordisce -, un progetto di alternanza scuola-lavoro per le terze e quarte professionali. Nel restyling degli Orti Giulii sono impegnate due classi che si alternano in diversi appuntamenti durante l’anno scolastico. È una delle tante convenzioni che la scuola ha sottoscritto con enti, associazioni e aziende del territorio, anche perché con la riforma la ‘buona scuola’ il numero delle ore di alternanza scuola-lavoro, già dal prossimo anno raddoppierà”.

Nel progetto è impegnato anche il professor Alessandro Fabbri, con “lezioni pratiche in cui spieghiamo ai ragazzi i fondamenti del rilievo topografico”.

Ma l’istituto agrario quest’anno si appresta a festeggiare una ricorrenza importante: il Cecchi infatti compie 140, essendo stato istituito nel 1876.

“In quell’anno – ricorda la Fiorucci – venne acquistata Villa Caprile dall’Accademia agraria. Si tratta di una ricorrenza molto importante in quanto l’agrario è stato il primo istituto creato dopo l’unità d’Italia e sono in programma grandi festeggiamenti. Quest’anno ad aprile, dal 26 al 29, avremo anche l’onere di ospitare tutte le scuole agrarie italiane, avendo vinto l’anno scorso il concorso nazionale degli istituti tecnici agrari, incluso in quella valorizzazione dell’eccellenza che è promossa dal Miur.  Quest’anno dunque  la gara sarà organizzata a Pesaro, e vi parteciperà una cinquantina di scuole. Il 28 aprile ci sarà cena di gala”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>