MyCicero batte Chieri: un 3-0 tutt’altro che scontato. Le Foto di Baioni

di 

7 febbraio 2016

MYCICERO PESARO – FENERA CHIERI 3-0
MYCICERO PESARO: Arciprete 13, Mastrodicasa 9, Di Iulio 1, Liliom 12, Sestini 5, Mezzasoma 15; Ghilardi (L), Zannini. N.e. Bordignon, M’Bra, Di Marino, Gennari, Babbi. All. Bertini
FENERA CHIERI: Mezzi, Goes de Arujo 7, Vingaretti, Serena 4, Salvi 4, Agostinetto 7; Agostino (L), Torrese, Soriani, Curiazio, Manfredini 1, Migliorin 4, Moretto. All. Gallo
ARBITRI: Brancati e Toni
PARZIALI: 25-12; 25-20; 25-16
NOTE: myCicero: battute sbagliate 6, battute vincenti 5, ricezione 83% (prf. 33%), attacco 44%, errori 21, muri 4. Fenera: battute sbagliate 8, battute vincenti 1, ricezione 69% (prf. 28%), attacco 23%, errori 20, muri 5

PESARO – La myCicero vince di prepotenza un incontro che era tutt’altro che scontato perché la Fenera era reduce da una netta vittoria al cospetto della capolista Forlì mentre la squadra di Bertini ha centrato la prima vittoria del girone di ritorno.

Prima frazione che vede un avvio equilibrato con Pesaro che commette troppe imprecisioni (l’unico punto, nei primi 6 di Chieri, è di Agostinetto) ma poi le rossoblù ingranano la quarta e dal 6 pari volano sul 12-8 con le attaccanti di Bertini tutte protagoniste e coinvolte dalla Di Iulio.

Il rientro dal time out discrezionale è tutto di marca myCicero: tra attacchi precisi e muri ben assestati, Pesaro vola sul +9 (18-9). Gallo si gioca la carta Migliorin al posto della Mezzi e poi cambia la diagonale opposto-palleggiatrice, inserendo Moretto-Curiazio in vece di Agostinetto – Vingaretti. Ma la musica non cambia e una fast di Mastrodicasa porta Pesaro sull’1-0.

Secondo parziale speculare al primo: le squadre si fronteggiano punto a punto fino al time out tecnico dove le prime ad arrivare sono le padrone di casa (12-10). Pesaro tenta una prima fuga sul 15-11 ma il time out discrezionale di Gallo si dimostra provvidenziale: un parziale di 6-0 delle ospiti (con tre errori in attacco della myCicero, però) porta Chieri sul 17-15. Contromossa di Bertini che inserisce Zannini al posto di Liliom per puntellare la ricezione e Pesaro impatta sul 17 pari. Riscappano le padrone di casa con due punti consecutivi (una parallela e un pallonetto) di Arciprete e un ace sporco di Mezzasoma (21-18). E’ la fuga decisiva ed è ancora Mastrodicasa, dal centro, a regalare il 2-0 a Pesaro.

Terzo set di marca rossoblù: Pesaro vola subito sul 6-2 grazie ad attacchi ficcanti e muri ben piazzati. Mastrodicasa e compagne hanno il match in controllo totale e arrivano sul 12-5 in un amen perché tutto funziona bene e dall’altra parte la Fenera sembra impotente. Gallo si gioca anche la carta Manfredini e, di seguito, chiama l’ultimo time discrezionale a disposizione sul 6-16. Ma Pesaro è in trance agonistica: tutti i fondamentali funzionano alla perfezione in casa myCicero che chiude con una parallela di Liliom nonostante un sussulto di orgoglio finale di Chieri.

LE FOTO DI FILIPPO BAIONI

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>