Il Pd provinciale applaude l’apertura della Guinza: “Avanti con la nuova Fano-Grosseto”

di 

9 febbraio 2016

PESARO – “E’ un’occasione da non perdere, avanti tutta. La priorità è riaprire la Guinza e arrivare alla realizzazione di un’incompiuta e perdere questo tranche di finanziamenti”. E’ questo il messaggio uscito ieri dalla direzione provinciale del Pd di Pesaro e Urbino che si è tenuta nel tardo pomeriggio a Pesaro. Il segretario provinciale Pd Giovanni Gostoli nelle conclusioni ha incassato l’unanimità sul documento che esprime “un giudizio positivo sui recenti sviluppi sulla realizzazione della nuova Fano-Grosseto”.

Un traguardo che stiamo raggiungendo grazie al lavoro del Governo e della Regione”, ha ricordato il segretario democrat alla presenza della sen. Camilla Fabbri e del consigliere regionale Andrea Biancani che hanno aperto l’assise democratica e ai quali è venuto il riconoscimento di tutti per il grande impegno.

mail.pu24“Siamo consapevoli che per il completamento dell’opera nel progetto originario servirebbero più risorse di quelle che Anas intende stanziare, ma siamo altrettanto convinti che non sia possibile perdere un’altra occasione storica per aprire la Guinza” – recita il documento –  “Oggi si intravede lo sforzo concreto: un miliardo e ottocento milioni di euro finanziati da Anas per realizzare l’opera entro il 2020, nessun pedaggio, apertura della galleria con raddoppio delle corsie e ammodernamento della viabilità”. Di più. Per il Pd provinciale di Pesaro e Urbino questa rappresenta una prima fase con importanti “passi avanti perché oggi più di ieri è necessario uscire dal tunnel e cogliere l’opportunità di aprire la galleria per la crescita e il rilancio economico, a cominciare dall’entroterra che è a rischio isolamento dopo il completamento della Quadrilatero”. Allo stesso tempo il Pd provinciale vuole mantenere viva la speranza del progetto originario, auspica una seconda fase e qualora in un tempo più lungo si riuscisse a sviluppare “occorre già oggi mantenere un corridoio stradale tutelando il tracciato originario e le scelte fatte nei piani regolatori dai comuni”. In sostanza: andiamo avanti con il nuovo progetto per aprire il prima possibile le galleria, senza perdere di vista il progetto originario.

In un tempo segnato da una profonda crisi economica – ha precisato Gostoli – andare avanti nel progetto assume non meno, ma ancora più importanza. E’ una grande occasione per l’interscambio, un motore di sviluppo, per dare fiducia alle imprese e cogliere al meglio le occasione di rilancio economico-sociale del territorio”.

Nello studio di fattibilità del nuovo progetto per il Pd provinciale è fondamentale il coinvolgimento dei sindaci, delle istituzioni e comunità locali che già nei giorni scorsi hanno indicato proposte e accorgimenti importanti, tra cui un miglioramento della viabilità esistente della vallata del Metauro e della Fogliense. D’altronde nell’ispirazione del nuovo tracciato diventa ineludibile risolvere la situazione di disagio del Ponte dei Conciatori di Urbania, la messa in sicurezza delle circonvallazioni dei comuni interessati, ma anche del tratto Sant’Angelo in Vado- Lunano.

All’incontro sono intervenuti tra gli altri il Presidente della Provincia, Daniele Tagliolini, i sindaci Palmiro Ucchielli di ValleFoglia, Mauro Dini di Lunano, Marco Ciccolini di Urbania, Federico Scaramucci segretario Pd di Urbino, gli ex assessori provinciali Giuseppe Lucarini e Massimo Galuzzi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>