Sempre più stretta la collaborazione fra Croce Rossa Italiana e Guardia di Finanza

di 

10 febbraio 2016

PESARO – Nell’ambito del protocollo d’intesa stipulato a maggio del 2014 tra il comando regionale marche della Guardia di Finanza ed il comitato regionale marche della Croce Rossa Italiana, per la formazione dei militari del corpo in materia di primo soccorso, sono state recentemente organizzate due edizioni del corso d’istruzione all’impiego dei dispositivi defibrillatori a favore del personale imbarcato sulle unita’ navali delle fiamme gialle.

Una vera e propria sinergia quella sviluppata tra il reparto operativo aeronavale della guardia di finanza di Ancona ed il Comitato Locale della Croce Rossa Italiana di Pesaro, nata lo scorso agosto, in occasione del rischieramento tattico-operativo, a turno, di tre unita’ navali classe vedetta presso il porto di pesaro per l’intensificazione del controllo economico del tratto di mare compreso tra Gabicce e Fano, tra i piu’ rinomati e suggestivi della costa adriatica, ad alta vocazione turistica.

 La Guardia di Finanza marchigiana, con un dispositivo di dieci unita’ navali tra classe vedetta e guardacoste distribuite tra le sedi di Ancona e San Benedetto del Tronto, e’ infatti continuamente impegnata nell’attivita’ di vigilanza e controllo in mare e concorre ai servizi di soccorso e ricerca. L’attivita’ formativa, svolta presso la sede del reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di ancona e’ stata curata scrupolosamente, in due distinte sessioni, dal personale formatore della Croce Rossa Italiana di Pesaro, ed erogata a favore complessivamente di 30 finanzieri, i quali hanno appreso le corrette manovre di rianimazione cardio polmonare e l’utilizzo di un dispositivo defibrillatore automatico esterno (dae).

Il personale della Guardia di Finanza e i due Istruttori del Comitato Locale di Pesaro, Benjamin Gunsch ed Elisa Lenti che hanno curato la formazione.

Il personale della Guardia di Finanza e i due Istruttori del Comitato Locale di Pesaro, Benjamin Gunsch ed Elisa Lenti che hanno curato la formazione.

Ai militari del corpo, al termine di un esame teorico-pratico, e’ stato rilasciato un certificato di abilitazione all’impiego dei dispositivi salvavita da parte della Croce Rossa e dell’asl competente per territorio. Gli strumenti di defibrillazione sono in dotazione presso le caserme e gli ormeggi del servizio navale della guardia di finanza, rispettivamente alle sedi di Ancona e San Benedetto del Tronto, ed a bordo di unita’ d’altura classe guardacoste – in grado di navigare anche in condizioni meteo marine avverse, ed a bordo delle unita’ navali classe vedetta e velocissime – in grado di sviluppare una velocita’ di oltre 50 nodi, cosi’ da assicurare in qualsiasi condizione di mare, anche formato, e con estrema tempestivita’ le richieste di soccorso ed emergenza sanitaria. Tale iniziativa oltre ad evidenziare l’efficace rapporto di collaborazione instauratosi tra la Croce Rossa Italiana e la Guardia di Finanza, si inserisce nel solco della costante azione svolta dal corpo a tutela e salvaguardia di chi va per mare.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>