La birra fa turismo: a Milano Minardi presenta il progetto tutto “made in Marche”. Piero Della Francesca ambasciatore

di 

11 febbraio 2016

Bit - Minardi presenta le Vie della Birra

Bit – Minardi presenta le Vie della Birra

MILANO – Marche regione della birra? Perché no. La nostra regione ha riscoperto da tempo il piacere di produrre birra artigianale e molte sono le località dove sono nati birrifici che producono birra di qualità.

Se n’è parlato a Milano, nello stand della Regione Marche, dove è stato presentato il progetto “Le strade della Birra” e l’Associazione nazionale Città della Birra.

A fare da testimonial la cittadina di Apecchio città di eccellenza della birra conosciuta in tutta Italia e nel mondo come sede nazionale della Associazione.

Presenti i sindaci dei Comuni che fanno parte dell’Associazione e per la Regione il Dirigente del Servizio Internazionalizzazione, Raimondo Orsetti e il Vice Presidente del Consiglio regionale, Renato Claudio Minardi, uno dei primi artefici del progetto.

“Ogni birra ha un suo aroma, frutto di una ricetta gelosamente conservata dai produttori – ha detto Renato Claudio Minardi – che però amano condividere il loro lavoro e la loro passione con gli altri. Proprio da questo sentimento è nato il progetto “le strade della birra” per fare dei percorsi alogastronomici un modo di proporre le nostre bellezze naturali, artistiche e gastronomiche. In poche parole la birra fa turismo e lo sa fare bene.”

Il progetto avviato inizialmente dalla Provincia di Pesaro e Urbino si è allargato a tutto il territorio regionale ed è entrato a pieno titolo nel piano di promozione turistica regionale 2016-2018.

“Con l’assessore Moreno Pieroni – ha proseguito Minardi – abbiamo incontrato i Comuni marchigiani, sede di birrifici con lo scopo di costruire una rete che porti a un proficuo sviluppo di tutta la filiera della birra di qualità. Un prodotto che le Marche riescono a produrre con l’impegno tipico dei nostri imprenditori e dei nostri artigiani. Un settore in costante crescita segno di un interesse che va incentivato proponendo idee per un turismo birraio che fa conoscere le Marche e le sue eccellenze.”

Fanno parte dell’Associazione Nazionale Città della birra i Comuni di Apecchio, Arcevia, Cantiano, Comunanza, Fermignano, Monte Porzio, Serra Sant’Abbondio e Servigliano.

Nelle Marche sono prodotte 167 birre artigianali che portano la nostra regione ad essere tra le prime in Italia nella produzione di questa bevanda.

PIERO DELLA FRANCESCA AMBASCIATORE DELLE MARCHE ALLA BIT DI MILANO

“Dal Montefeltro a Milano, Piero della Francesca, continua a stupire e a far amare le Marche.” Così Renato Claudio Minardi, Vice Presidente del Consiglio regionale è intervenuto oggi a Milano alla conferenza stampa su le: “Terre di Piero – Sulle tracce del maestro itinerante.”

Minardi ha rappresentato la Regione all’evento che, sulla base della collaborazione di quattro regioni, oltre alle Marche vi sono Toscana, Umbria ed Emilia Romagna, ha inteso fare il punto sul progetto di promozione turistica, unico nel suo genere, creato intorno alla figura di questo grande pittore del Rinascimento.

“Il nostro è un territorio straordinario – ha detto Minardi – che negli anni ha saputo proteggere l’ambiente e il suo bellissimo paesaggio. Non a caso si è riusciti, grazie a due studiose d’arte, a individuare i luoghi dei dipinti di Piero e a constatare che questi sono ancora oggi praticamente intatti ed eguali. Segno di un grande amore dei marchigiani verso la bellezza della loro terra che sanno rispettare e che ora possono proporre al mondo con orgoglio.”

Questi luoghi definiti: “I balconi di Piero” hanno permesso di creare i pacchetti turistici, per itinerari interregionali che vedono coinvolte 26 realtà imprenditoriali, consorzi, club, alberghi e agriturismi, lungo percorsi che attraverso le tracce del Maestro rinascimentale abbracciano oltre alla pittura, l’enogastronomia, il trekking, la musica, il paesaggio.

Sono 34 le proposte di soggiorno per una vacanza che attraversa quattro regioni e tocca sei comuni: Urbino, Rimini, Sansepolcro, Monterchi, Arezzo, Perugia e Firenze. Città tutte che ospitano i dipinti del grande pittore.

“Piero della Francesca è uno dei tanti tesori delle Marche – ha concluso Minardi – che deve essere sempre di più valorizzato come i nostri grandi artisti, le nostre bellezze naturali, i nostri musei e teatri, la nostra cultura e le nostre tradizioni, l’enogastronomia. Eccellenze capaci di accrescere l’offerta del nostro mercato turistico, tra i più importanti motori di sviluppo della nostra economia”.

La conferenza, che si è tenuta nel Centro Congressi della Fiera di Milano, ha visto la partecipazione dell’Assessore regionale al Turismo dell’Emilia Romagna Andrea Corsini, dell’Umbria Fabio Paparelli, della Toscana, Stefano Ciuoffo, dei curatori della mostra dedicata a Piero a Forli, degli operatori aderenti al progetto turistico.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>