Da Borgo Massano a Monte Carlo passando per Sanremo: la favola degli AltaTensione

di 

12 febbraio 2016

MONTE CARLO (Principato di Monaco) – Sono arrivati questa mattina a Monte Carlo, non come ospiti ma come protagonisti essendosi aggiudicati l’accesso alla super finale di questa sera. Sono gli AltaTensione, il quintetto di Borgo Massano che vi avevamo presentato mercoledì (rileggi qua) e in gara nel contest di Nicola Convertino, il SanRemo Music Award.

La risposta l’hanno avuta questa mattina, noi li avevamo sentiti ieri in tarda serata mentre si godevano un meritato drink dopo una giornata ad alta tensione… in tutti i sensi.

Ragazzi come è andata?
“Benissimo, ora aspettiamo il responso, quindi se a Montecarlo ci andremo come ospiti o in gara ma siamo felicissimi”.

Raccontateci l’esibizione?
“Ci saranno state almeno 200 persone in piazza Martiri Sanremesi e quando siamo saliti sul palco abbiamo portato una sferzata di energia tra il pubblico. Possiamo dire che Lacrima è piaciuta!”.

Una giornata molto lunga quella di giovedì: il viaggio nella notte da Borgo Massano fino alla città dei fiori, l’arrivo in hotel e subito a Radio SanRemo dove Anthony, Zed, Pizzo, Caos, Diablo sono stati intervistati e hanno presentato il loro brano. Poi, dopo l’esibizione, passeggiando per San Remo, sono stati invitati da Radio Napenta, davanti al teatro Ariston, a suonare il brano, live, all’aperto, esibizione conclamata da applausi.

Le prime indiscrezioni dicono che ci sia già qualche contatto con produttori e sicuramente questa sera al galà del premio ne incontreranno tanti, ai quali far conoscere il loro talento e la loro grinta.

Anthony Enthon (nuovo soprannome dato dai suoi compagni) Napolitano, voce del gruppo, questa mattina, appena saputo il risultato, poco dopo le 10, ci ha detto: ”Io sono napoletano, ma in questo momento sono orgoglioso di rappresentare le Marche a Montecarlo”.

In questa trasferta di due giorni anche la loro immagine è made in Pesaro grazie a Federico Renzi di Riccardo Palazzi parrucchieri di Villa Fastiggi.

Una giornata piena anche oggi, e domani ragazzi cosa fate, vi riposate? ”No, domani è carpe diem!”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>