Fermignano, bandi regionali per 25 milioni. La Cna: “Con le imprese che scommettono sulla ripresa”

di 

12 febbraio 2016

FERMIGNANO – Cinque milioni di euro per sostenere la competitività del Made in Italy. Altri 17 a sostegno dell’avviamento, continuità e sviluppo delle aziende nelle aree di crisi. A questi si aggiungano quelli della Legge 20 appena rifinanziata. Sono questi i milioni di euro messi a disposizione dalla Regione Marche a favore delle piccole e medie imprese. Ed il tema dei finanziamenti agevolati e del credito alle imprese è stato anche l’argomento centrale dell’incontro organizzato dalla CNA di Pesaro e Urbino a Fermignano nella Sala Monteverdi. Una riunione che è servita all’associazione per informare le aziende del territorio sulle tante opportunità e le agevolazioni esistenti in tema di credito alle imprese, in particolare a quelle artigianali e alle neo imprese condotte da giovani e donne. “Si tratta – ha detto il direttore di Fidimpresa Marche di Pesaro Stefano Galli – di plafond con cifre interessanti che servono a finanziare lo sviluppo e la ripartenza della nostra economia, devastata da anni di crisi”. Un incontro particolarmente affollato, al quale era presente anche l’onorevole Alessia Morani, parlamentare del Partito Democratico, che ha illustrato agli artigiani i recenti provvedimenti adottati dal Governo sui temi del credito e del lavoro. “Azioni – ha detto Alessia Morani – che mirano ad aiutare le imprese e ad aumentare i posti di lavoro”.

In un territorio, quello della Media e Alta Valle del Metauro che conta quasi 4mila imprese, l’iniziativa della CNA ha posto l’accento sul tema della vicinanza e della consulenza alle imprese. “Tanto più è stata forte la crisi in queste zone – ha detto nel suo intervento il segretario provinciale della CNA Moreno Bordoni – tanto più l’associazione intende essere al fianco del sistema delle imprese. La CNA non smobilita, anzi intende potenziare ulteriormente la sua presenza in particolare nella zona di Fermignano, Urbania e Sant’Angelo in Vado. Territori ricchi di realtà imprenditoriali sane e per certi aspetti uniche al fine di poter illustrare e offrire loro le tante opportunità in tema di credito e finanziamenti e servizi (dall’internazionalizzazione, alle reti; dalla sicurezza alla formazione),  che l’associazione intende offrire nel territorio. In un momento di crisi – ha proseguito Bordoni – noi scommettiamo sullo sviluppo e puntiamo dritti sulla ripresa”.

Attraverso Fidimpresa Marche, il più grande Confidi delle Marche, la CNA è in grado di garantire credito alle aziende in tutti i settori. Dalla manifattura all’autotrasporto; dal tessile alla meccanica, dall’edilizia all’alimentare. “In questi anni – ha detto il presidente provinciale della CNA Alberto Barilari – Fidimpresa Marche ha salvato migliaia di imprese. Aver potuto garantire loro dei finanziamenti in anni in cui le banche avevano chiuso i cordoni della borsa, ha significato per molti la salvezza; per altri ancora la possibilità di sviluppare la propria azienda”.

“Questa di Fermignano – ha concluso il segretario provinciale Moreno Bordoni – è solo la prima di una serie di iniziative nel territorio che la CNA ha programmato nella Media e Alta Valle del Metauro per testimoniare una presenza di un’associazione che non smobilita ma che semmai si rafforza”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>