Piano spiaggia, Andreolli e Dallasta: “Rivedere alcune scelte, bene l’apertura dell’assessore”

di 

12 febbraio 2016

Spiaggia mare turismoPESARO – “Il piano spiaggia è deludente e non raccoglie le reali esigenze degli operatori balneari. Positivo l’atteggiamento di apertura dell’assessore De Regis sull’esame delle osservazioni che ha promesso di coinvolgere anche la commissione consiliare”. Hanno dichiarato i consiglieri comunali Dario Andreolli e Giovanni Dallasta presenti alla commissione svoltasi in sala rossa mercoledì sera.

“Nonostante i chiarimenti avvenuti in commissione – sostengono i consiglieri di opposizione – rimaniamo piuttosto perplessi da questo piano spiaggia che scontenta tutti e che rappresenta un’occasione mancata. Al posto di sanare le ipocrisie come da volere della giunta, questo piano spiaggia le aumenta visto che nel famoso modello di chiosco di 42m mostrato in commissione manca la cambusa e viene prevista una cucina di soli 9m, una misura troppo piccola per poter operare in condizioni idonee e di efficienza. Le scelte fatte sulla zona di Baia Flaminia rappresentano un errore che rischia di penalizzare un’area che invece andrebbe valorizzata vista la sua unicità ambientale. Piuttosto che concentrare gli sforzi solo per aumentare l’offerta ristorativa, sarebbe stato più opportuno da parte della Giunta prima un impegno concreto per risolvere il problema dell’erosione della spiaggia e della foce del genica che ogni anno crea dei problemi in termini sicurezza e che proprio lo scorso anno ha portato al divieto temporaneo di balneazione”.

“Rimane positiva l’apertura fatta dall’assessore De Regis e subito raccolta dal presidente della commissione urbanistica Pagnini di visionare in commissione quelle osservazioni che verranno presentate da qui al 2 aprile, in modo da poter migliorare il testo licenziato pochi giorni fa dalla giunta comunale. Permettere – concludono i consiglieri Dallasta ed Andreolli – ai consiglieri comunali di migliorare in testo non solo è una notizia positiva, ma rappresenta anche l’opportunità di raccogliere quelle osservazioni mogliorative che sono state mosse in queste settimane di polemica. Speriamo che questi due mesi siano l’occasione per rivedere alcune posizioni e per trovare le soluzioni migliori nell’interesse dello sviluppo della città, del suo turismo, e di coloro che operano ed investono nel settore”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>