Palazzo Almerici, la sala Passeri diventa uno spazio per conferenze

di 

14 febbraio 2016

La sala Passeri di palazzo Almerici

La sala Passeri di palazzo Almerici

PESARO – A palazzo Almerici, sede della Biblioteca e dei Musei Oliveriani, la carenza di spazi si fa di anno in anno più seria. Vi concorrono due elementi: da un lato la natura stessa di una biblioteca storica e di conservazione che, oltre a ricevere importanti donazioni, per legge sulla stampa deve conservare quanto si pubblichi nel territorio provinciale; dall’altro le carenze statiche e strutturali di un palazzo nobiliare, elegante ma vetusto e in attesa di una radicale ristrutturazione.

Anni fa al piano terra di palazzo Almerici esisteva una “sala degli Incontri”, dove era possibile organizzare lezioni e conferenze: ma tale spazio è da tempo diventato un deposito. Per qualche anno è stato possibile raccogliere piccoli gruppi di persone in uno spazio attrezzato del museo, ma il museo stesso è chiuso dal marzo 2015 in attesa dei lavori di restauro e riallestimento.

Per organizzare piccole conferenze è stata ora modificata la sala Passeri, i cui tavoli sono stati dislocati a ferro di cavallo. In tal modo, mantenendo gli stessi posti per studenti e studiosi nel corso della normale apertura della biblioteca, è ora possibile ospitare occasionalmente qualche decina di persone. L’allestimento, sperimentato con successo lo scorso novembre con quattro lezioni della professoressa Claudia Rondolini sulla Vita Nuova di Dante, è ora definitivo e ospiterà tra febbraio e marzo quattro lezioni della professoressa Alina Veneri su Omero.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>