Urbino al torchio per il Guinness dei Primati per la più lunga calcografia

di 

16 febbraio 2016

URBINO-La città ducale si prepara al Guinness Word Record con la stampa più lunga: 50 metri di calcografia partecipativa per il progetto Print a Word.
Quello tra Urbino e la stampa è un legame forte che si rinnoverà il 7, 8, 9 ottobre nella calcografia, tra le più prestigiose e ai più sconosciute tecniche, ma con la quale tutti noi entriamo in contatto quotidianamente essendo una stampa base per le banconote.
Un’evento che avrà un ampio richiamo turistico: “Vogliamo far conoscere questa tecnica a tutto il mondo” è l’intento di Michele Piersantini de La Corta della Miniera centro di arti immerso nella natura dove è presente Museum Graphìa, il museo internazionale della stampa.

Michele Piersantini e Maria Francesca Crespini

Michele Piersantini e Maria Francesca Crespini

“Un’altro evento che ci permetterà di destagionalizzare il turismo- commenta Maria Francesca Crespini, assessore al marketing territoriale -Urbino come città turistica a 360° oltre a quello artistico ,crediamo molto nel turismo sportivo (il Carpi ha scelto Urbino nel 2014 e nel 2015 per il ritiro pre campionato), inoltre quello scolastico che nell’ultimo anno ha visto un +20% e questo evento coinvolgerà simpaticamente tutte le scuole della città.”
Il grande evento è atteso per sabato 8 ottobre dalle 9 in piazza della repubblica dove verrà allestito un torchio nel quale avverrà la stampa della bobina di 50metri. I partecipanti verranno suddivisi in gruppi e si inizierà con l’incisione della matrice con l’aiuto di professionisti e ragazzi provenienti da Accademia di Belle Arti, Scuola del Libro e ISIA.
50 metri, che molto probabilmente verranno esposti alla DATA. E oltre ad essere una stampa da record sarà anche un stampa impegnativa dal punto di vista dell’osservazione:
“Si, sarà difficile avere una visione globale dell’opera, perché in alcune zone si avrà una visione parziale – spiega Piersantini – il consiglio che diamo è quello di fare un’incisione carica.” Un’evento dalle grandi aspettative e dall’alto valore artistico culturale che si inserisce nel nuovo brand “Urbino città delle Arti”: “Stiamo creando un’intera via dove sorgeranno botteghe per la tutela delle arti che hanno reso grande Urbino.” conclude la Crespini e, intanto, nei prossimi giorni verrà pubblicato il bando per incentivare l’apertura di botteghe delle arti che sarà consultabile al link http://www.comune.urbino.ps.it/ci/277.aspx

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>