Gli Sbancati 2 parla anche un po’ pesarese: nel cast pure Carlo Pagnini

di 

18 febbraio 2016

Carlo Pagnini nel set de Gli Sbancati 2

Carlo Pagnini nel set de Gli Sbancati 2

FANO – Dopo il successo fanese “Gli Sbancati 2 – Il Ritorno” sono pronti ad invadere Pesaro. Sabato 20 febbraio alle ore 21.15 al cinema Loreto verrà infatti proiettata la pellicola del regista Henry Secchiaroli che quest’anno non solo è diventata itinerante ma vede tra i protagonisti anche alcuni pesaresi.

La città di Rossini compare infatti in alcuni momenti del film, a partire da una bellissima ripresa aerea che inizia dal mare e prosegue fino al centro e l’immancabile piazza del Popolo. E’ qui che i protagonisti incontreranno Carlo Pagnini, conosciutissimo artista dialettale pesarese, che nel film interpreta un personaggio molto particolare che farà una profezia tutta da ridere. Un omaggio che il regista Secchiaroli ha voluto fortemente perché Pagnini è da sempre il simbolo del dialetto pesarese.

Ma ne “Gli Sbancati 2” ci sono altri visi noti che gli abitanti del capoluogo di provincia non si lasceranno sfuggire. Come Diego Peroni che interpreta un ispettore di polizia che deve fare i conti non solo con i pseudo criminali de Gli Sbancati ma anche con il suo commissario, non proprio arguto nelle ricerche della banda. Il film gioca molto sullo scambio di battute di questa improbabile coppia di tutori della legge.

Un altro pesarese che recita nel film è Fabio Bernardini a cui è stato affidato il ruolo di Sovrintendente del Getty Museum che cercherà in tutti i modi di evitare che il Lisippo torni a Fano. In lui, manco a dirlo, è forte la rivalità con la città della Fortuna.

E proprio sulla rivalità tra Fano e Pesaro che il regista Secchiaroli ha “giocato” in alcune scene del film, ma lo ha fatto in maniera intelligente senza essere mai banale e senza cadere sulla scontata “battuta da stadio”.

“Gli Sbancati 2” è quindi una pellicola che anche i pesaresi potranno gustarsi non solo perché il dialetto utilizzato durante le riprese è molto semplice da capire ma perché questo film è un po’ anche loro.

“Come ho già detto anche in altre occasioni – spiega Secchiaroli – con questa pellicola ho voluto allargare il raggio di azione perché il nostro territorio ha tante cose belle da offrire dal punto di vista paesaggistico. Ecco perché oltre a Fano, c’è Urbino, Mondavio, Fossombrone, Cartoceto e Pesaro. Sono ora curioso come reagiranno i pesaresi nel vedere alcuni volti a loro noti, all’interno di questa pellicola”.

Alla proiezione del film saranno presenti gli attori del cast, compreso Carlo Pagnini.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>