Masca’ra, dal teatro di commedia al naso rosso: a Urbino festival di teatro in maschera

di 

18 febbraio 2016

URBINO – Dopo la felice prima edizione dell’anno scorso, le associazioni teatrali del territorio del Montefeltro quali Circateatro, Cust2000, Teatro Vagante Arti Apua’ e i gruppi Teatro A Martello, Teatro Aqua, Fucinafole di Giorgio de Marchi andranno a creare il secondo festival del teatro in maschera.

Un territorio come il nostro legato a filo indissolubile a quello che è la cultura cortigiana e rinascimentale, trova quindi la sua giusta ragione per perpetuare quella ricerca dell’arte, che fruttò al ducato la sua fama.

Il luogo dove si svolgerà questo evento è la sede di Urbino Jazz Club, in via Valerio, 1, grande spazio che vuole affermarsi come luogo di aggregazione tra le varie forme espressive.

Masca’ra. Dal teatro di commedia al naso rosso si aprirà venerdì 19 alle 18 con l’inaugurazione della mostra di maschere in cuoio di Ceccarelli, De Marchi, Gargagliano. Artisti e artigiani che da anni si dedicano alla ricerca teatrale. Una mostra che partendo dalla morte del teatro di commedia vuole indagare quel passaggio che porterà alla maschera comica più piccola e diffusa al mondo, il clown. Come si legheranno quindi i caratteri dei capitani e dei servi con i Rossi e gli Augusti? Sara’ questo il tema che si snodera’ attraverso più di 100 maschere in esposizione.

Le giornate, di sabato 20 e lunedì 22 alle ore 18:00 propongono due serate dedicate alla musica. L’associazione Urbino Jazz Club fara’ mostra dei suoi giovani talenti che si esibiranno in una serata di Improvvisazioni musicali-Open Mind con la volontà di far partecipare tutti in una serata che si prefigura di libera espressività.

Il cartellone continua domenica 21 alle ore 18 con il primo vero spettacolo di teatro.

Grazie al coordinatore artistico del Centro Francesca, Gianni Villa, si avrà la possibilità di ammirare i ragazzi del Teatro Aqua che ci propongono lo spettacolo dal titolo Cirko’. Questo spettacolo da noi fortemente voluto e’ la dimostrazione della valenza sociale e civile del teatro e di come e’ importante poter ridere.

Martedì 23 alle ore 18 aprirà la serata Marzia Bedeschi , artista di Body Painting vincitrice di vari premi sia in Italia che all’estero, che grazie alla narrazione corporea del  performer Roberto Puddu, e al commento musicale di Aldo Procida , mettera’ in scena una piece incentrata sulla tematica del clown contemporaneo. A seguire sara’ la volta del gruppo di Urbino Teatro Vagante Arti Apua’ che porteranno in scena la Prima del loro nuovo spettacolo Muppins sisters, tra crobazie, abilita’ e gag comiche.

Le ultime due giornate, mercoledì 24 e giovedì 25, saranno serate dove il vero protagonista sara’ la maschera della commedia dell’arte. La prima delle due serate e’ proposta dalla Resistenza della Poesia e Teatro a martello, gruppo urbinate che sta emergendo nella scena nazionale. Proporranno alle ore 18.30 e alle ore 20, lo spettacolo Il Cavadenti di Flaminio Scala, con l’adattamento del Maestro Carlo Boso. Mentre per l’ultima serata siamo riusciti a ospitare il duo PiroSca  di Bologna composto anch’esso da due artisti emergenti Stefania Scatigna e Raffaella Pirozzi. Lo spettacolo dal titolo MiTu con regia dell’attrice Sandra Cavallini,con maschere di Giorgio de Marchi, rappresentera’ il saluto alla commedia. La chiusura del festival sara’ accompagnata dalla musica popolare di Manuela Marinacci.

Ulteriori info su http://www.commediadellarteday.org/it/eventihttps://www.facebook.com/events/518470028320792/.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>