Outlet a Marotta, Longhin (Cgil): “Deve essere occasione per ridiscutere un nuovo modello di sviluppo e buona occupazione”

di 

18 febbraio 2016

Loredana Longhin

Loredana Longhin

MAROTTA – Loredana Longhin, della Segreteria Filcams Cgil di Pesaro e Urbino, interviene, con un comunicato, sul futuro outlet di Marotta:

“Dopo anni di accese discussioni che hanno animato la vita politica e sociale locale finalmente il Comune di Mondolfo ha approvato l’atto di indirizzo per la realizzazione di un outlet a Marotta.
E’ da tempo che il nostro territorio sta pazientemente aspettando una chiara strategia per una ripresa tanto necessaria quanto urgente, dopo questi interminabili anni di crisi e di incertezze che hanno pesantemente indebolito non solo la prosperità del nostro territorio, ma anche il senso di socialità e di comunità, che sono il carattere distintivo dei suoi cittadini.
Le domande che attendono risposta sono tante. Lavoro, innanzi tutto, sviluppo di un tessuto economico sfibrato, giustizia sociale, welfare che aiuti le famiglie e che dia certezze e autonomia ai cittadini e molto altro, a partire da politiche che vedano nelle persone e nel territorio le risorse più importanti, da tutelare e valorizzare.
E’ addirittura banale dire che non è aumentando i punti vendita, favorendo orari deregolamentati ovvero aprendo anche durante i festivi, che si stimola la spesa. Anzi. In assenza di risorse in capo ai consumatori, quei centri diventano luoghi della disaggregazione, della permanenza solitaria di molti soggetti, che allontana e avvilisce.
Per la Cgil è di vitale importanza discutere di modello di sviluppo che per noi deve avere i connotati della sostenibilità ambientale, e della buona occupazione. In questo caso, una simile struttura costruita a ridosso di un centro abitato e in una zona già fortemente edificata e congestionata potrebbe avere un impatto negativo.
Ci piacerebbe discutere di “outlet” non solo come una risposta scontata alla domanda di sviluppo, ma pensando ad un distretto commerciale “diffuso”, ipotizzando di renderlo attrattivo per il turismo di prossimità.
Ci piacerebbe discutere di “outlet” non solo come un non luogo, ma come un’opportunità, un grande start-up, un laboratorio economico, sociale, trovando modalità di semplificazione, mutualizzazione e condivisione di servizi, o magari pensando anche alle competenze che la nostra università crea ogni anno, e assieme favorire iniziative e modalità di attrazione e coesione sociale e percorsi di inclusione.
Ci piacerebbe discutere di “outlet” come volano di nuovo sviluppo che generi buon lavoro, in cui favorire nuova occupazione, soprattutto di qualità. Conosciamo bene gli effetti dolorosi in termini di perdita di posti di lavoro che la crisi ha provocato soprattutto in quella vallata del nostro territorio, e quanto sia difficile la ricollocazione di molte figure professionali, spesso donne e scarsamente qualificate; per questo siamo fortemente convinti che la priorità sia creare un’occupazione di qualità. Infatti come sindacalisti siamo abituati a “frequentare” i centri commerciali e quindi sappiamo bene quanta precarietà, e quanta flessibilità di orario, debbono sopportare i lavoratori che lavorano in questo settore.
E da ultimo, per praticare questi sentieri, è necessario promuovere momenti di sintesi creando, anche faticosamente, un tavolo di lavoro, tutti assieme, politica, sindacati, imprenditoria. Ognuno mettendoci un pezzo per identificare le migliori pratiche che favoriscano e attraggano questo “re-insediamento”, ognuno nel rispetto delle proprie prerogative e ognuno carico di nuova e vitale responsabilità.
Appunto per questi motivi e non solo, per la Cgil è inammissibile che dopo anni di asfittiche discussioni su “outlet si” “outlet no”, di nuova distribuzione commerciale, all’oggi la Cgil non sia mai stata chiamata a condividere strategie e obiettivi.
In altre parti d’Italia laddove si sono avute queste esperienze, le sinergie e la concertazione messa in campo è stata la chiave per interpretare e risolvere le contraddizioni”.

Loredana Longhin
Segretaria Filcams Cgil Pesaro Urbino

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>