Calano i prestiti alle imprese artigiane: -6,2% nel Pesarese

di 

22 febbraio 2016

PESARO – Sinergia tra sistema del credito e imprese per rimettere in moto l’economia locale con una progettualità condivisa che unisca le migliori energie espresse dal territorio. Questo il messaggio concorde emerso dal summit organizzato dalla Confartigianato a Pesaro “Non c’è ripresa senza credito” per rispondere a una situazione che vede le micro e piccole imprese ancora in difficoltà.

Il convegno è stato coordinato da Giorgio Cataldi, segretario di Confartigianato Ancona – Pesaro e Urbino, e aperto dai saluti del sindaco Matteo Ricci e di Valdimiro Belvederesi presidente di Confartigianato Ancona – Pesaro e Urbino. Sono seguite le relazioni di Enrico Quintavalle responsabile dell’Ufficio studi di Confartigianato nazionale, Claudio Re responsabile dell’area credito di Confartigianato Ancona – Pesaro e Urbino, Luciano Goffi presidente di Abi Marche. Intervenuto inoltre Luca Ceriscioli, presidente della Regione Marche, conclusioni di Cesare Fumagalli, segretario generale di Confartigianato. Presenti anche l’on. Alessia Morani, l’on. Camilla Fabbri, i consiglieri regionali Enzo Giancarli e Andrea Biancani e i rappresentanti delle Forze dell’ordine.

convegno tavoloSecondo la ricerca dell’Ufficio Studi di Confartigianato presentata nel corso dell’incontro in un anno i prestiti all’artigianato marchigiano sono calati del 5,4%, una variazione in negativo più intensa della media nazionale (- 4,7%), una flessione che ha interessato in particolar  modo la provincia pesarese, dove lo stock è diminuito del  6,2%. Difficoltà che si sono riverberate sul sistema imprenditoriale. In provincia di Pesaro e Urbino nel 2015 sono nate 643 imprese artigiane e 990 sono state le cancellazioni con un saldo negativo di meno 347 imprese per un totale di 11.513 imprese. Un calo del 2,9% addirittura peggiore del 2014 che ha segnato un calo dell’ 1,8%. Serve una inversione di tendenza.

Il Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, rimarcando la necessità di fare sistema, ha affermato: “Lavoreremo con determinazione sul Confidi unico per poter offrire ai destinatari del credito, le imprese, uno strumento capace di dare risposte concrete, per favorire in particolare gli investimenti e l’innovazione.”

Valdimiro Belvederesi Presidente Confartigianato Imprese Ancona – Pesaro e Urbino ha detto: “Confidiamo molto nell’azione del Governo regionale al quale offriamo  tutta la nostra collaborazione, chiediamo in cambio di mettere al centro della propria azione il sostegno al sistema imprenditoriale, soprattutto quello di piccole dimensioni.”

convegno platea“Le piccole imprese – ha dichiarato Luciano Goffi, Presidente ABI Marche – più delle altre sono indietro nell’agganciare la ripresa e non riescono a fare investimenti” ribadendo la massima disponibilità dal sistema bancario a un lavoro di collaborazione con il sistema delle imprese per arrivare a una risposta condivisa e concreta alla situazione.

“Per rilanciare l’economia locale e garantire occupazione e coesione sociale, non si può non partire dall’artigianato e dalle piccole imprese – ha sottolineato il Segretario generale Confartigianato Cesare Fumagalli – che vuole rappresentare con i valori e la sua solidità non solo l’eredità storica del territorio, ma anche il suo futuro.”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>