Pollice in su a “Spingi Pesaro”. Il progetto vede già operative 12 borse lavoro

di 

24 febbraio 2016

PESARO – Sono dodici i borsisti che, grazie al progetto “Spingi Pesaro”, da febbraio stanno lavorando alla realizzazione di progetti specifici legati ai temi della cultura, dell’autoimprenditorialità, della musica, del marketing e della comunicazione, delle disabilità, del turismo e delle produzioni artigianali. Non solo, contribuiranno anche a creare una “mappa collaborativa” per ripensare gli spazi pubblici della città. Una mappa che, come ha sottolineato l’assessore alla Gestione Antonello Delle Noci “si pone l’obiettivo di scovare e riscoprire luoghi, piccoli e grandi, che possono diventare elementi di cultura e turismo”.

gruppo (9)Ieri mattina, Delle Noci ha voluto ringraziare personalmente i giovani che hanno ottenuto le borse lavoro. “Giocare di squadra premia – ha detto ricevendoli nella Sala Rossa del Comune -. Premia la collaborazione, premia il team e porta delle risorse importanti. Ringrazio tutti voi quindi, e ringrazio associazioni e cooperative che insieme al Comune si sono adoperate per il progetto ‘Spingi Pesaro’. Stiamo facendo squadra anche per quanto riguarda i fondi europei, perché attraverso le risorse europee passano molte opportunità per i giovani, per poter dar loro delle risposte. Dunque, sarà un lavoro di equipe, al termine del quale verrà realizzata una ‘mappa collaborativa’ che sarà possibile vedere sul sito web del Comune e che permetterà di ricevere proposte anche da parte dei cittadini”.

12 borse lavoro (7 attivate dalla Provincia, 5 dalla coop T41b)

Le borse lavoro sono dedicate ai giovani fino ai 34 anni (7 borse  attivate  con la Provincia, e 5 attivate con Coop. T41b, riservate ai diversamente abili). Promosse dall’assessorato alla Gestione, rientrano nel progetto #io lavoro, presentato alla cittadinanza  nel 2015. I borsisti sono stati selezionati con procedura pubblica, iniziando l’attività a febbraio e proseguiranno fino alla fine del progetto. In occasione dell’inizio di questa esperienza, l’assessore Antonello Delle Noci ha voluto incontrare i ragazzi e i soggetti ospitanti.

I borsisti

Le borse lavoro sono state assegnate a: Jonata Canapetti, Alessia Romano, Chiara Boiani, Davide Mazzoli, Gianluca Coco, Laura Inserilli, Carolina Tenti, Federico Pagnoni, Agnese Cipollini, Giulia Pagoni, Vanessa Schirinzi e Christian Nespoli. Ciascun borsista percepirà un’indennità totale di 2.400 euro. Anche le borse lavoro parteciperanno alla rilevazione dei luoghi e degli spazi sottoutilizzati. Le migliori proposte di riqualificazione degli spazi pubblici in chiave di promozione dell’autoimprenditorialità e rivitalizzazione  del tessuto socio-economico, saranno indirizzate all’Ufficio Sviluppo e Opportunità del Comune di Pesaro affinché l’idea d’impresa possa incrociare forme di cofinanziamento  (europeo, nazionale, regionale), con l’obiettivo di  aiutare concretamente lo sviluppo di nuove imprese giovanili.

Pesaro ripensa i propri spazi pubblici per l’autoimprenditorialità

Il Comune di Pesaro, attraverso il progetto Spingi Pesaro, sta effettuando un censimento dei luoghi sottoutilizzati e degradati,  utilizzando un sistema che si chiama “collaborative mapping” o “mappa collaborativa”, in collaborazione con i partner di progetto. I luoghi individuati saranno oggetto di proposte di intervento/riuso per diventare potenziali spazi finalizzati alle imprese creative e culturali. La mappa raccoglierà informazioni sugli spazi pubblici sottoutilizzati, degradati, in disuso e consentirà di realizzare una mappa multimediale. Il risultato sarà la restituzione sul web della situazione attuale della città con la messa a fuoco delle proposte da parte dei cittadini, evidenziando i luoghi maggiormente vocati alla socializzazione, alla  cultura, al turismo  e alla  promozione dell’autoimprenditorialità giovanile.

In sostanza, sarà uno spazio virtuale posizionato sul sito istituzionale del Comune, dentro il quale visionare, spostando il puntatore di Google map, schede di dettaglio dei luoghi “segnalati” come degradati o in disuso dai giovani e dai cittadini (su mappa della città di Pesaro).  E’ possibile partecipare alla fase di mappatura dei luoghi e degli spazi pubblici in disuso, attraverso una scheda di segnalazione che sarà messa a disposizione della cittadinanza sul sito istituzionale del Comune.

Il progetto Spingi Pesaro (SPazio & INnovazione GIovani a PESARO)

Arrivato terzo  in graduatoria , ha ottenuto il cofinanziamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale, in collaborazione con Anci.

Ente capofila: Comune di Pesaro

Partner: Provincia di Pesaro e Urbino,  cooperativa sociale T41 B Società, società cooperativa Sistema Museo, associazione Collettivo Spazio Bianco, associazione culturale Periferica, associazione artistica di promozione sociale Re/Ur (Reperti Urbani), associazione di promozione sociale Zoé, associazione culturale giovanile Vicolocorto.

Periodo di realizzazione:  Giugno 2015 – giugno 2016

Costo totale: 110.000 euro, cofinanziato  per euro 75.000

Beneficiari: giovani fascia d’età 16-34 anni, e giovani svantaggiati, cittadini, turisti.

La città che cambia

Comune virtuoso: 30 milioni di euro sbloccati dal Patto di stabilità

“Il Comune di Pesaro è un Comune virtuoso – ha concluso Delle Noci -, e grazie a ciò siamo riusciti a sbloccare dal Patto di stabilità 30 milioni di euro che verranno utilizzati per ridisegnare la città. Fondi che ci permetteranno di intervenire anche in diverse piazze e vie del centro storico, per più di 1 milione e mezzo di euro. Ora a questi andranno ad aggiungersi anche i 3 milioni di euro da investire nel complesso del San Domenico e i 3 milioni per palazzo Ricci. Solo per il centro storico quindi, parliamo di lavori per quasi di 8 milioni di euro”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>