Aggressione 80enni a un bancomat di Fano, Lega Nord: “L’Italia è la terra dei delitti senza pene”

di 

26 febbraio 2016

Luca Rodolfo Paolini*

FANO – L’ Aggressione a Fano, di due anziani al bancomat (RILEGGI QUI PRECEDENTE ARTICOLO PU24) conferma quanto, da anni, dice la Lega Nord. E cioè che una immigrazione senza controllo avrebbe portato a condizioni di vita di permanente paura.

Coppia di anziani al bancomat

Coppia di anziani al bancomat

Nonostante le rassicurazioni – per dovere d’ufficio – di Prefetto e Questore, è evidente che nessuno è più davvero sicuro, neppure dentro casa. Sono le bande di balordi e predoni, per lo più stranieri, che decidono se, come, quando e chi derubare, rapinare, ferire….con uso di violenze sproporzionate rispetto a bottini infimi! È questo è ancora più preoccupante: gira gente che ti può scannare per 10 euro !!!

Sia chiaro che la colpa non è del Questore, né delle forze dell’ordine, che con i mezzi , gli  uomini e soprattutto le normative che hanno, fanno il  possibile. La causa prime risale ai Governi Monti, Letta e Renzi, che in 4 anni, invece che costruire nuove carceri, aumentare le pene, ma, soprattutto, renderle veloci ed effettive, hanno fatto  il contrario, sfornando 4 o 5 svuotacarceri che impediscono di mettere e tenere in galera perfino signori con fedine penali lunghe come i famosi rotoloni di carta igienica.
Luca Rodolfo Paolini, Lega Nord

Luca Rodolfo Paolini, Lega Nord

Hanno reso l’Italia la terra dei “delitti senza pene”, dove i banditi soprattutto stranieri hanno la seguente alternativa: se mi va bene, in 5/6 anni, torno al mio paese benestante o ricco. Se mi va male, al massimo mi danno i domiciliari, che significa niente, perché nel 90% dei casi potrò , con un po di attenzione, continuare a spacciare, rubare, rapinare.

La verità, banale, e per questo nascosta dai Governi,  e’ che in Italia il crimine paga, a tutti i livelli, che i criminali hanno solo diritti e i cittadini onesti solo doveri, tra cui, soprattutto, quello di pagare le tasse a uno stato che trova 1200 euro al mese per centinaia di migliaia di sedicenti profughi, ma non per 5000 agenti di custodia e personale di cancelleria, per realizzare in 6 mesi, con procedure d’urgenza, almeno 10.000 nuovi posti in carcere (utilizzando vecchie caserme, ad es. ) e soprattutto applicando la famosa regola del 3 che usano in America: i primi due reati ti aiuto e comprendo…al terzo butto via la chiave e sconti tutto e davvero.
*Lega Nord Marche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>