Vuelle a braccia conserte per la Coppa Davis. Si ricomincia il 6 marzo da Brindisi

di 

26 febbraio 2016

PESARO – Weekend particolare per la Consultinvest che, dopo la pausa obbligatoria per le Final Eight di Coppa Italia, è costretta ai box anche questa domenica, complice l’incontro di Coppa Davis tra Italia e Svizzera all’Adriatic Arena, in programma tra il 4 e il 6 marzo, che ha fatto slittare il match casalingo contro Trento a mercoledì 9, per consentire agli organizzatori di scaricare le tonnellate di terra rossa necessaria per preparare al meglio l’evento. Così i ragazzi di coach Paolini, dopo sette giorni di assoluto relax, hanno ripreso gli allenamenti, con tanto di scrimmage infrasettimanale al Vecchio Palas contro Imola – nel quale hanno sofferto più del dovuto per portare a casa la vittoria – pronti per affrontare un mese di marzo dal calendario complicato, con cinque partite in venti giorni contro avversari tosti e motivati: si comincerà domenica 6 con la trasferta di Brindisi per poi proseguire con il doppio impegno casalingo di mercoledì 9 con Trento e di domenica 13 con Sassari, finendo con la trasferta di Cremona del 20 e l’impegno casalingo contro Caserta di sabato 26.

Consultinvest Vuelle Pesaro

Trevor Lacey

Muovere la classifica sarebbe una bella iniezione di fiducia per una Vuelle che non ha approfittato delle tre settimane forzate di pausa – unica delle 16 squadre di serie A – per rinforzare la panchina più debole del campionato. A dire la verità qualcosa si è mosso, soprattutto nel reparto play, perché ormai è chiaro come Nicolò Basile sia finito giustamente ai margini delle rotazioni – zero punti anche contro Imola – dopo due terzi di campionato nel quale non è mai riuscito ad incidere, e, per non costringere Trevor Lacey ad inventarsi regista, si è prima sondata la disponibilità di Andrea Amato, 22enne play di proprietà dell’Armani, che finora con Milano ha giocato solo nel garbage time, ma purtroppo il giocatore ha preferito andare a Pistoia in prestito, invece di venire a Pesaro, dove avrebbe avuto più minuti a disposizione, dato che, quando alla Giorgio Tesi Group tornerà Filloy, il suo minutaggio calerà vistosamente. Il piano B prevedeva di avvicinarsi a Lorenzo d’Ercole, che a Sassari ha collezionato 8 NE su 20 partite, ma il Banco di Sardegna non sembra intenzionata a privarsene, anche per la regola dei cinque italiani obbligatori che, pensata per valorizzare i giocatori nostrani, rischia invece di avere l’effetto contrario. Infatti, soprattutto nelle squadre di prima fascia che utilizzano il 3+4+5, i cinque italiani giocano scampoli di partita e vengono tenuti nel roster più per obbligo che per reale necessità e se non sei un Nazionale come Cinciarini e Gentile, rischi di essere utilizzato pochissimo.

Ma contro i regolamenti non si può andare e l’altra strada percorribile rimane quella di rivolgersi alla serie A2, campionato dove già una decina di squadre non hanno più niente da chiedere alla stagione, avendo già raggiunto la salvezza e non avendo la forza economica per puntare alla promozione. Così dopo il 29 febbraio, giorno di chiusura degli scambi interni tra le squadre della stessa divisione, ci sarà un altro mese di tempo per gli scambi tra serie A e serie A2 – chiusura 28 marzo – tempo che in casa biancorossa farebbero bene a non far passare invano, perché è chiaro che senza i necessari rinforzi, aumenti il rischio per questa Vuelle di rimanere in fondo alla classifica, di un campionato dove ogni settimana arrivano nuovi giocatori, con Torino che ha sostituito il fuggitivo Andre Dawkins con l’australiano Chris Goulding, guardia di 192 cm con passaporto britannico, già visto in Europa con le maglia del Saragozza, mentre Bologna sta battendo la pista lituana – avendo finiti i visti extracomunitari – per tutelarsi dagli infortuni in serie che hanno colpito Allan Ray, pista che anche la stessa Consultinvest potrebbe percorrere per tutelarsi da eventuali scherzi del destino, in un quintetto dove Shepherd rimane l’anello debole, anche se l’americano non è dispiaciuto in talune circostanze, ma in una Vuelle che, tolto Daye, non ha nessuno che superi il 31% nelle triple, non sarebbe male inserire un tiratore puro (Shepherd 5 su 19 complessivo da tre), un giocatore capace di sfruttare gli scarichi dei compagni, compito che Gazzotti non riesce più a svolgere come nelle prime partite.

Consultinvest Vuelle PesaroSe ne riparlerà nei prossimi giorni, con un occhio attento alla situazione delicata di Siena, mentre i tifosi biancorossi vivranno un’altra domenica di riposo, chiedendosi chi sia meglio che vinca tra Torino e Varese, primo dei tanti spareggi salvezza che ci attendono nelle prossime settimane, con Torino che in caso di vittoria raggiungerebbe Pesaro e Varese a 14, mentre in caso di sconfitta rimarrebbe da sola a quota 12.

 

LA VENTUNESIMA GIORNATA IN PILLOLE

Si comincia a mezzogiorno con il big match di giornata che metterà di fronte Reggio Emilia e Cremona, due delle tre capolista, in una sfida aperta ad ogni pronostico, mentre Milano cercherà di confermare il suo buon stato di forma nell’insidiosa trasferta di Bologna. Venezia e Brindisi – appaiate all’ottavo posto – si sfideranno tra loro in un match forse già decisivo per l’accesso ai playoff, obiettivo che a Caserta invece potrebbe sfuggire in caso di sconfitta a Capo d’Orlando. Il posticipo delle 20.45 riguarderà Sassari ed Avellino, con gli irpini che vorranno continuare la loro striscia vincente – sette – in campionato, in una ventunesima giornata che si prolungherà fino a lunedì sera, con il match tra un’Acqua Vitasnella Cantù alla ricerca dei punti per togliersi dai guai e la Giorgio Tesi Group Pistoia in parabola discendente.

 

I PROSSIMI TURNI DELLA CONSULTINVEST:

 

Domenica 6 marzo – ore 18.15:

Enel Brindisi – Consultinvest Pesaro

 

Mercoledì 9 marzo – ore 20.30:

Consultinvest Pesaro – Dolomiti Energia Trento

 

Domenica 13 marzo – ore 18.15:

Consultinvest Pesaro – Banco di Sardegna Sassari

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>