Ruba soldi dalla cassa e poi spintona la tabaccaia che aiuta a farlo arrestare: beccato senegalese di 33 anni

di 

27 febbraio 2016

auto-poliziaFANO – A Fano, in data 25 febbraio, cioè giovedì scorso, personale del Commissariato di Fano ha tratto in arresto in flagranza di reato di rapina impropria un cittadino senegalese di 33 anni dimorante in Gabicce Mare e Cattolica, irregolare sul territorio nazionale e con a suo carico vari provvedimenti di espulsione e numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e la persona.

Nel tardo pomeriggio dell’altro ieri giungeva all’utenza telefonica del commissariato una segnalazione da parte della figlia della titolare della tabaccheria “Rodeghiro” di piazza Costanzi, la quale riferiva di trovarsi all’inseguimento di un uomo di colore che, pochi istanti prima, aveva sottratto una somma di denaro in contanti, prelevandola repentinamente dalla cassa. La nota veniva passata immediatamente alla volante che raggiungeva dopo la donna in via Bixio. La stessa riferiva di aver inseguito e raggiunto l’uomo in via Garibaldi ove, dopo averla violentemente spintonata, fuggiva verso l’ex Caserma Paolini.

Nel frattempo veniva allertato altro personale del commissariato che si portava nella zona in cui era stato visto fuggire il malvivente. Con una coordinata azione di perlustrazione venivano bloccate tutte le principali vie di fuga, compreso il parco dei Passeggi.

Poco dopo personale della volante, unitamente alla donna, percorrendo via Roma, notava un individuo nelle vicinanze della fermata dell’autobus all’altezza del Seminario che, grazie alla precisa descrizione fornita dalla vittima, veniva riconosciuto come l’autore del reato. Il personale bloccava immediatamente l’uomo che veniva accompagnato presso gli uffici del commissariato. Dalla perquisizione personale effettuata sul senegalese veniva trovato in suo possesso un biglietto dell’autobus non validato, acquistato presso la medesima tabaccheria e la somma in contanti di 30 euro sottratta al suddetto esercizio commerciale.

L’arrestato veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Villa Fastiggi a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>