Alloggi pubblici: giro di vite di controlli nel patto siglato fra Finanza e Comune

di 

4 marzo 2016

PESARO – Questa mattina il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Pesaro e il Comune di Pesaro hanno siglato un protocollo d’intesa finalizzato a favorire la sinergia fra gli Enti sottoscrittori volta a incrementare l’efficacia dei controlli sulla reale posizione economica dei soggetti assegnatari di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica.

L’accordo rientra tra le iniziative della Guardia di Finanza nel comparto della Spesa Pubblica e ha lo scopo di ripristinare le condizioni di legalità a beneficio dei cittadini che versano, effettivamente, in stato di bisogno. Il documento, sottoscritto dal Comandante Provinciale, Colonnello Antonino Raimondo, e dal sindaco Matteo Ricci, risponde alla duplice esigenza di assicurare l’assegnazione degli alloggi pubblici esclusivamente a coloro i quali ne hanno effettivo diritto e di perseguire la finalità di tutela delle entrate erariali, misurando, così, la reale capacità contributiva dei soggetti destinatari.

Guardia di Finanza

Finanza al lavoro

Punto cardine della collaborazione sarà lo scambio informativo che consentirà un adeguato e attento monitoraggio delle posizioni beneficiarie di tali agevolazioni: in particolare, il Comune di Pesaro segnalerà alla Guardia di Finanza le posizioni ritenute “anomale” su cui emergono fondati dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni autocertificate e della documentazione presentata. La Guardia di Finanza effettuerà i conseguenti approfondimenti ispettivi per riscontrare la corrispondenza tra quanto dichiarato ai fini ISEE e l’effettiva situazione reddituale/patrimoniale.

Tale azione sinergica permetterà di individuare eventuali comportamenti illeciti di coloro che, indicando una ricchezza inferiore a quella reale, occupano o si accingono ad occupare indebitamente una casa di proprietà pubblica senza averne i requisiti, privando così di un alloggio chi ne avrebbe invece diritto e reale necessità.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>