Lorenzo missile in Qatar, Vale 5° con 2 cadute. Bene i pesaresi a Jerez in Moto 2 e Moto 3

di 

4 marzo 2016

Valentino Rossi durante il Gp del Qatar del 2015 (foto tratta dal web)

Valentino Rossi durante il Gp del Qatar del 2015 (foto tratta dal web)

DOHA (Qatar) – Test a Losail per la Moto Gp, a Jerez de la Frontera per Moto 2 e Moto3. Imbarazzante la supremazia di Lorenzo in Qatar a poco meno di due settimane dall’inzio del Mondiale prorpio sul circuito del Losal. Per tre giorni il campione del mondi in carica della MotoGp ha “martelato” gli avversari sul giro secco e anche sul passo. Ha frantumato il record della pista che apparteneva a Rossi siglando un crono di 1’54”810.

Su un altro pianeta Jorge, convincente e sorprendente Redding secondo sulla Ducati satellite che ha preceduto l’altrettanto sorprendente Vinales con la Suzuki che anche in questo caso si è messo alle spalle Marquez, quarto e anche oggi a terra.

Idem, per aver accarezzato il terreno, anche Vale Rossi quinto (+0.619 il suo distacco da Lorenzo) caduto anche stavolta alla curva 10 per fortuna senza conseguenze.

Al sesto posto Iannone con la ducati ufficiale, ottavo Dovizioso e 14esimo Pedrosa.  Poco più di due settimane poi, il 20 marzo, si alza il sipario sulla stagione MotoGp in Qatar.

Dalla Spagna, nel dolce clima di Jerez,  tante e piacevoli sono le sorprese per  i colori pesaresi.

La prima è che il tavulliese Luca Marini è andato molto forte all’esordio mondiale in Moto2.

In sella alla Kalex del team Forward ,“Maro” ha stupito per la facilità di adattamento che ha dimostrato nella bagarre con i più esperti colleghi meritandosi un bravo e da mamma Stefania e da Cuzari, capo del team.

Non inganni la 19esima posizione finale (nella classifica combinata dei tre giorni) di Luca che oggi è pure caduto rimediando una distorsione al pollice sinistro, perché il pilota nei tre giorni ha abbassato notevolmente il suo tempo sul giro conquistando subito la stima del suo team.

Ottima prestazione per il pesarese di adozione ( è marchigiano ma vive nella città di Rossini) Lorenzo Baldassarri – compagno di scuderia di Luca – terzo e a soli +0.444 da Pons, la lepre della Moto 2 in questi test.

Qualche problema per Franco Mordidelli, 18 ° il quale ha bisogno di ambientarsi nel nuovo team Marc Vds; 29esimio tempo per il fanese Alessandro Tonucci che paga lo scotto del passaggio dalla Moto 3 alla Moto2.

“Tonu”, che è salito per la prima volta sulla Kalex a Jerez, nei tre giorni ha abbassato notevolmente i suoi tempi sul giro e sta prendendo le misure alla nuova cavalcatura.

In Moto3 la vera grande sorpresa è stato l’esordiente Bulega, pilota del team Sky by VR46, che in un paio di occasioni ha dato la paga ai suoi più esperti compagni di scuderia anche se alla fine, il più veloce di tutti nella “combinata” è stato il suo “capo” Romano Fenati mentre “Buleghino” si è piazzato terzo davanti  a un convincente Antonelli ottimo quarto con la Honda del team Ongetta Rivacold.

Sesto tempo per Bastianini del team Gresini, decimo Andrea Migno con la Ktm del team Sky.

E ora tutti a contare i giorni che ci separano dal Qatar: non sono molti ma sono i più lunghi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>