Mamma e figlia mangiano biscotti alla marijuana, si sentono male, e la Polizia ne trova in casa mezzo chilo

di 

4 marzo 2016

FANO – Due donne, madre e figlia di 45 e 20 anni, sono state ricoverate al Santa Croce di Fano dopo lancinanti dolori addominali, cefalea e vomito, dovuti all’ingestione di sostanze stupefacente. E’ quanto accaduto mercoledì, quando le due donne, agli stessi medici e agli agenti della Polizia di Fano intervenuti presso il nosocomio, dichiarano di avere mangiato la sera  prima “biscotti alla marijuana”, prodotti in casa dalla più anziana delle due, utilizzando un impasto preparato da un secondo figlio, di 22 anni, con foglie triturate di cannabis. Le donne hanno affermato di aver voluto provare ad assaggiare i biscotti per curiosità, ignorando i pericoli derivanti dagli effetti tossici della marijuana pura.

I biscotti alla marijuana trovati dalla Polizia di Fano

I biscotti alla marijuana trovati dalla Polizia di Fano

Il successivo controllo effettuato dai poliziotti all’interno dell’abitazione delle due donne, ha portato al rinvenimento e sequestro di oltre mezzo chilo di biscotti, ognuno del peso di 10 – 15 grammi che, sottoposti a narcotest risultavano contenere THC (ovvero tetraidrocannabinolo; il principio attivo delle piante di cannabis, da cui si ottiene la marijuana).

Il figlio 22enne, che deteneva la sostanza per uso personale, è stato segnalato alla locale Prefettura.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>