Sempre più città dello sport: dal 18 al 20 marzo arrivano all’Adriatic Arena i campionati italiani Pattinaggio Velocità

di 

9 marzo 2016

PESARO – Per la prima volta nella storia del pattinaggio velocità è Pesaro ad ospitare la competizione di apertura della stagione federale. Il più importante degli appuntamenti agonistici 2016 della Fihp (Federazione Italiana Hockey e Pattinaggio) – settore velocità si svolgerà, infatti, proprio all’Adriatica Arena dal 18 al 20 marzo prossimi e coinvolgerà oltre 530 atleti da tutta Italia per un totale di 70 società.

12728861_1127221327329237_946636628533415176_nDunque dopo moto, pallavolo, basket e nuoto, la città, ufficialmente candidata a diventare “Capitale europea dello Sport 2017”, si apre anche alle attività minori e, in particolare, a quelle del pattinaggio di altissimo livello. Una disciplina, il pattinaggio velocità, poco conosciuta al grande pubblico, ma estremamente spettacolare non soltanto per il confronto diretto tra gli atleti, per le capacità tecniche e tattiche che ognuno di loro deve dimostrare, ma anche, e soprattutto, perché ogni gara è un vero e proprio spettacolo, ricco di adrenalina e del tutto simile a quelli di moto GP o di Formula1…con l’unica differenza che i motori non rombano ed è soltanto attraverso la forza muscolare che questi ragazzi raggiungono incredibili velocità in equilibrio su otto ruote.

Questa competizione è la più importante tra quelle che riguardano il Pattinaggio Velocità – spiega il presidente Torollski, Michele Ravagli che ha organizzato questi campionati indoor – non solo per la portata nazionale, ma anche perché rappresenta la prima uscita ufficiale dei migliori atleti italiani nell’anno e non sarebbe stato possibile fare in modo che si svolgesse a Pesaro senza il lavoro della nostra società sportiva. Sarà una grande occasione per far conoscere al pubblico uno sport che ha poca eco, ma è praticato da moltissimi atleti e sarà anche occasione di crescita per i nostri ragazzi che potranno ammirare le gesta atletiche di campioni indiscussi. Infine, credo che sarà anche un’opportunità per Pesaro, città che si è sempre distinta per i risultati sportivi in molte discipline e soprattutto il questo 2016, anno che la vede candidata a diventare la Capitale Europea dello Sport”.

conferenzaAlla presentazione dell’evento, in Comune, erano presenti oggi il presidente dell’associazione Torollski Center che organizza i Campionati, Michele Ravagli, il presidente Aspes, gestore dell’Adriatic Arena, Luca Pieri, il Commissario Tecnico della Nazionale Velocità, Massimiliano Presti, il campione del mondo Riccardo Bugari e, per la Federazione Italiana Hockey e Pattinaggio anche il responsabile del settore tecnico sviluppo, Giovanni Martignon e il responsabile settore tecnico corsa, Romolo Bugari. Per la prima volta nella storia del pattinaggio velocità, infatti, saranno Pesaro, e l’Adriatic Arena, ad ospitare la competizione di apertura della stagione federale, una competizione particolare, quella indoor che difficilmente trova le strutture per essere ospitata e che ha trovato, invece, nel palazzetto pesarese una grande occasione di crescita.

“Quella indoor – ha spiegato Martignon – è una gara tecnicamente molto difficile da organizzare al meglio perché lo sviluppo del percorso è spesso troppo piccolo, intorno agli 80 m, al limite del praticabile per le velocità che oggi gli atleti raggiungono. Questo significa che sono pochissime, anche a livello internazionale, le federazioni che riescono ad organizzarla. L’Adriatic Arena offre, invece, uno sviluppo di oltre 125 m il che significa, non soltanto che vedremo uno spettacolo magnifico, ma anche che in futuro proprio questa struttura potrebbe ospitare competizioni internazionali”. “Dal 18 al 20 marzo – aggiunge il CT della Nazionale, Presti – avremo a Pesaro i migliori atleti italiani di questa disciplina e, dunque, il Campionato Indoor sarà anche luogo di test per la rappresentanza azzurra in vista dei successivi appuntamenti internazionali. Nel pattinaggio Velocità, infatti, l’Italia è seconda soltanto alla Colombia: quello dell’Adriatic Arena sarà, dunque, uno spettacolo assicurato”. “Una manifestazione, questa – conclude l’Assessore Della Dora – molto importante per la città soprattutto dal momento che Pesaro si è candidata a diventare Città Europea dello Sport 2017. Dopo nuoto, pallavolo, Basket e ginnastica, dunque, ci siamo aperti anche a sport così detti minori potendo contare su organizzatori di grande professionalità e, non secondario, strutture invidiabili come l’Adriatic Arena”.

GLI ATLETI DELLA TOROLLSKI CENTER

Saranno 5 gli atleti della società pesarese Torollski Center che, dopo due anni d’intenso lavoro atletico e di allenamento tecnico, scenderanno in pista contro i propri avversari in una gara di livello federale come i Campionati Italiani Pattinaggio Velocità Indoor: Stefano Di Gennaro, Katia Mantione, Lorenzo Morri, Noemi Passerini e Emma Porcellini.

“Il Torollski Center – afferma Michele Ravagli – sta pienamente confermando, in questo 2016, i sorprendenti risultati di cui era stata capace lo scorso anno tanto che, nonostante si sia soltanto al secondo anno di attività, i nostri cinque atleti sono stati capaci d ottenere tempi competitivi utili alla qualifica dei prossimi Campionati Italiani. Ma l’A.S.D Torollski sta proseguendo la sua attività giovanile anche su altri fronti. I ragazzi più piccoli sono infatti impegnati nelle tappe dei giochi Uisp, iniziati a San Severino a gennaio. Le gare Uisp aiutano i più piccoli ad entrare nel circuito delle competizioni senza traumi, sono prove alla loro portata, durante le quali si confrontano con gli altri e scoprono i loro limiti attraverso il divertimento che è il più importante valore aggiunto dello sport nell’età infantile. Il nostro lavoro si concentra, infatti, sia sulla preparazione atletica di base che sulla tecnica, ma con la filosofia della “leggerezza”: lavoriamo su circuiti e giochi di gruppo nei quali, ogni volta, anche i nuovi arrivati e i principianti sono coinvolti; lavoriamo sempre nel rispetto dei tempi di ognuno dando ai bambini la possibilità di esprimersi al meglio. Questo non significa che loro non recepiscano i fondamentali dell’allenamento e lo dimostrano, appunto, i sorprendenti risultati della società di questi due anni”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>