Autotrasporto in ginocchio, sabato a Pesaro summit coi parlamentari. Morani illustrerà la norma sull’omicidio stradale

di 

10 marzo 2016

PESARO – Confartigianato Trasporti: Sabato 12 a Pesaro summit con i parlamentari. L’On. Morani illustrerà i contenuti della norma sull’ “omicidio stradale”. Autotrasporto in ginocchio, chiesto l’intervento di Renzi. Cresce la richiesta di un fermo del trasporto per la mancata attuazione dei provvedimenti approvati dal parlamento
4.100 imprese marchigiane mobilitate.
Secondo Gilberto Gasparoni, segretario di Confartigianato Trasporti Marche la crisi continua ad imperversare nel settore dall’autotrasporto di merci, tanto che dal 2007 al 2015 il settore ha perso il 35% del lavoro e diverse centinaia di imprese nelle Marche passando dalle 5.000 aziende a 4.100. Nelle Marche hanno  chiuso 900 ditte con la perdita di oltre 3.000 posti di lavoro. Per questo Confartigianato Trasporti afferma il presidente Elvio Marzocchi aveva sollecitato  sostegni agli investimenti in innovazione e nuovi veicoli anche per contenere l’impatto ambientale, per la sicurezza stradale e per sostenere il rilancio della competitività delle imprese. Confartigianato esprime oggi una forte preoccupazione in merito alla mancanza di attenzione nei riguardi del mondo dell’autotrasporto. I vettori hanno accettato un piano di sacrifici per il settore per ridisegnare il sistema dell’autotrasporto agli obiettivi strategici nazionali per la riforma del trasporto e della logistica.  Confartigianato ed ’UNATRAS, hanno inviato delle richieste d’incontro al Ministero competente per concretizzare un dialogo costruttivo senza alcuna risposta. La categoria non è in grado finanziariamente di sostituire i veicoli obsoleti perché mancano i decreti attuativi di ripartizione delle risorse. La crisi in cui versa il settore favorisce l’estendersi del malcontento. Ricordiamo che, nonostante ci siano ben tre specifici articoli destinati al contrasto del cabotaggio illegale, gli interessi nazionali non vengono adeguatamente difesi dagli Organi di Vigilanza preposti al controllo. Confartigianato Trasporti ed UNATRAS chiedono quindi al Presidente Renzi ed al Ministro Delrio di prestare immediatamente attenzione verso l’autotrasporto, oggi in ginocchio, al fine di rispondere positivamente alle tensioni sempre più diffuse che richiedono alle Associazioni la dichiarazione del fermo.  Confartigianato Trasporti Marche ha dichiarato la mobilitazione del settore ed invitato ad un incontro i parlamentari marchigiani e la Commissione Trasporto della Regione nel quale saranno presentate le difficoltà e le richieste della categoria e sarà chiesto di intervenire nei confronti di Delrio e del Presidente Renzi affinchè vengano attuate subito tutte le norme approvate dal Parlamento. Non sono stati emanati i provvedimenti che destinano le risorse al settore, non vengono garantite le deduzioni forfettarie per ridurre l’imponente tassazione che grava sul settore, non vengono fatti i controlli sui vettori esteri che scorazzano sulle ns. strade “rubandoci” quote di mercato e posti di lavoro. Infine la presenza dell’On. Morani Alessia relatrice sul provvedimento dell’omicidio stradale ci permetterà anche di conoscere nel dettaglio le nuove norme che dovranno fermare i conducenti che guidano drogati, o ubriachi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>