Pesaro Rugby al derby dell’Adriatico contro il Romagna

di 

11 marzo 2016

Maccan palla in mano

Maccan palla in mano

PESARO – La conferma della vetta passa per il derby dell’Adriatico. Domenica alle 14.30 la Pesaro Rugby sarà di nuovo in casa al Toti Patrignani contro il Romagna, franchigia vicina di casa con sede a Cesena che riunisce i migliori giocatori delle società romagnole. Una partita difficile per l’intera squadra, ma ancor più particolare per almeno quattro giocatori oggi giallorossi, che in passato hanno vestito la maglia del Romagna.

Oltre a Gai, Babbi e Tarini, ex di giornata sarà anche il pilone riminese Danilo Maccan: “Sarà la terza volta che ci giocherò contro, ma non vivo la gara con tensione particolare. Mi fa piacere vedere che stanno facendo crescere giovani del territorio, nello spirito della franchigia, ma oggi sto bene a Pesaro”.

Venite da una grande vittoria sul Noceto. C’è il rischio di un appagamento della squadra?
“Non credo che l’euforia della vittoria non ci permetterà di preparare al meglio questa gara. L’euforia inoltre è stata provocata dal fatto che il Noceto credeva di metterci in difficoltà in mischia e invece abbiamo dimostrato di riuscire a giocare alla pari. Nonostante il campo siamo riusciti a venirne”.

Mischia chiamata agli straordinari anche contro il Romagna, non credi?
“Immagino di sì. In prima linea hanno i due fratelli Cossu che sanno fare bene il loro mestiere e non sarà semplice. Detto questo non temiamo nessuno”.

Come mettere in difficoltà quindi il Romagna?
“Credo che visto il tempo ne uscirà una partita simile a quella con il Noceto e dovremo fare attenzione non solo alla loro mischia chiusa e ai drive da touche, ma anche a non commettere falli per dare calci facili al loro piazzatore Righi che ha percentuali di realizzazione molto alte. Noi dal canto nostro dovremo cercare di ripeter quanto fatto domenica scorsa”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>